Il tè in Oriente come il vino in Occidente

Il vino è una bevanda molto diffusa nel nostro Paese essendo parte integrante della tradizione italiana: la “cultura del vino” è stata trasmessa di generazione in generazione con passione, dalla vendemmia sino al prodotto imbottigliato.
In molti abbiamo provato la dolce fragranza di qualche vino: prodotto in tantissime regioni, varia a seconda del territorio e del clima. La sua presenza in altri Paesi, come la Francia, ha portato il prodotto a notevoli variazioni nel sapore, nell’odore, nel colore.

Cosa ha in comune il vino con il?

Paragonare il vino al tè è come avvicinare due culture che hanno una stessa passione.
Negli anni 30′ l’autore cinese Lin Yutang scriveva: “Mentre i cinesi possono dare lezione agli occidentali per quanto riguarda il tè, gli occidentali possono dare lezione ai cinesi per quanto riguarda il vino”, evidenziando come in Cina, e più in generale in tutto l’Oriente, il tè occupasse una posizione gastronomica e culturale paragonabile a quella del vino.

Il , come il vino, è il prodotto di una raccolta dipendente dalle stagioni, dal clima e dal territorio, e risultato di un delicato processo di lavorazione che richiede del tempo. Risveglia i sensi, li acutizza, favorisce un apprendimento dall’esperienza. In Oriente, come in Occidente con il vino, la “cultura del tè” è stata trasmessa di generazione in generazionecon passione, dal raccolto fino al prodotto finito.
L’origine del tè risale proprio alla Cina nel VI secolo d.C. Nel XIII secolo arrivò in Giappone, dopo una cinesizzazione di questa terra, e intorno al 1500 in altri Paesi asiatici.

Gli olandesi e i portoghesi portarono le foglie di tè in Occidente nel 1600: nell’Ottocento la diffusione del tè era tale che gli inglesi e gli olandesi cominciarono a coltivarlo nelle proprie colonie in India, a Ceylon (Sri Lanka) e in Indonesia. Si espansero poi nella Russia e nel Novecento in alcune aree dell’Africa.
Questa notevole espansione ha diversificato molto il prodotto, creando, per le differenze di clima e di terreno, infiniti tipi di tè, a cui si aggiunsero moltissimi tipi di aromatizzazioni.

Così come ci sono stati diversi miti che hanno attribuito un’origine sacra al vino, così antiche leggende hanno reso il tè in Oriente una bevanda divina.
Forse, è arrivato il momento di provarlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *