Chrysler realizzerà due vetture su base Fiat

L’accordo tra Chrysler e Fiat porta vantaggi ad entrambe le case automobilistiche: nel caso del costruttore americano, l’accordo con il gruppo torinese consentirà di poter realizzare delle vetture piccole e medie in perfetto stile Fiat. Infatti, nelle intenzioni di Chrysler c’è la realizzazione di due berline: una media e una compatta.

Per quanto riguarda la berlina compatta, si tratta di un settore decisamente tutto nuovo per il costruttore americano abituato a realizzare vetture di dimensioni e di motori importanti. Invece, grazie all’accordo ottenuto con Fiat, il produttore americano sarà libero di sfruttare la piattaforma C-Evo (che non ha nulla a che fare con la Punto Evo) ma tanto per intenderci si tratta della piattaforma sulla quale viene costruita l’ Alfa Romeo Giulietta. Sulla base di questa piattaforma potrebbe nascere una vettura media marchiata Chrysler che potrebbe arrivare sul mercato entro il 2013.

Sempre nel 2013 dovrebbe arrivare anche la seconda berlina di cui abbiamo parlato all’ inizio dell’articolo. Infatti si tratterà di una vettura in grado di sostituire l’attuale Chrysler 200 che probabilmente sarà anche la prima a montare il nuovo cambio a doppia frizione TCT.

Ci saranno novità anche per quanto riguarda la Chrysler 300 che dovrebbe adottare un cambio automatico otto marce ZF mentre nel 2014 ci sarà la svolta definitiva per il costruttore americano per quanto riguarda il Grand Voyager.

Infatti, con l’arrivo della nuova versione del monovolume, dovrebbe essere eliminata la versione del Voyager che attualmente viene venduta con il marchio Dodge.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *