Quarto Grado anticipazioni: aggiornamenti su Melania, Yara, Sarah e gemelline Schepp

Questa sera, 16 settembre in prima serata, Rete4 ospiterà la seconda puntata di Quarto Grado condotto da Salvo Sottile con Sabrina Scampini e che racconterà gli ultimi aggiornamenti delle attuali vicende di cronaca nera.

Il primo caso ad essere vagliato è quello della morte della 29enne Melania Rea, il cui unico accusato è il marito Salvatore Parolisi che continua a proclamarsi innocente. I legali della difesa hanno richiesto la riesumazione del corpo della ragazza per determinare la reale ora della morte, mentre gli inquirenti vogliono risentire la soldatessa Ludovica Perrone come persona informata sui fatti. In particolare vogliono capire di più sul famoso “tesoretto” a lei destinato, di cui Melania non sapeva nulla. Durante la diretta di Quarto Grado verranno poi mostrate le immagini dei reperti trovati sul luogo dell’omicidio e che appartenevano alla donna uccisa. Intanto Parolisi chiede di vedere sua figlia Vittoria, che periodicamente continua a sentire al telefono, ma i genitori di Melania non sono assolutamente d’accordo.

Si passa poi alle ultime notizie relative al caso del delitto di Yara Gambirasio, che riporterebbero le indagini indietro nel tempo e cioè nuovamente sul muratore Mohamed Fikri, visto che l’arma del delitto è proprio un taglierino da muratore.

Si parla poi delle vicende che girano intorno al delitto di Sarah Scazzi e alla decisione presa dai familiari di rivolgersi ad un investigatore privato per scoprire la verità, visto che Michele Misseri continua a proclamarsi colpevole e a cambiare la sua versione, mentre coloro che attualmente si trovano in carcere – Sabrina Misseri e sua madre Cosima Serrano – si dicono innocenti.

Al centro dell’attenzione sarà anche il caso della scomparsa delle gemelline Schepp, non ancora ritrovate.

Quarto Grado quindi andrà in onda questa sera alle 21.10 su Rete4 con Salvo Sottile e Sabrina Scampini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *