Sequestrati nel Mantovano 30 quintali di formaggio in cattivo stato di conservazione

La Guardia di Finanza colpisce ancora. Dopo un controllo contro il degrado dell’industria alimentare, effettuato presso una società operante nel settore caseario a Motteggiana, in provincia di Mantova, sono stati scoperti e messi sotto sequestro ben 30 quintali di formaggio in cattivo stato di conservazione.

Oltre 3mila forme di formaggio erano tenute all’interno di celle frigorifere e locali refrigerati e, dopo essere stati sottoposti ai controlli chimici-tossicologici da parte dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale per la Lombardia e l’Emilia Romagna di Mantova, sono stati dichiarati non commestibili a causa della presenza di un grosso quantitativo di batteri.

Nino Andena, Presidente di Coldiretti Milano, commenta l’azione delle fiamme gialle come “un giusto colpo contro chi mette a rischio la salute dei consumatori e il buon nome dei prodotti Made in Italy” in quanto i controlli sono fondamentali per tutelare tutti quelli che lavorano e spendono per garantire la qualità dei prodotti e afferma ancora che ogni anno in Italia, solo per il Grana Padano, si spendono 7 milioni di euro per garantire qualità, origine e sicurezza alimentare.  Proprio il Grana Padano ed il Parmigiano sono infatti al momento i più colpiti dai tentativi di contraffazione: basti pensare all’estate del 2010 quando vennero trovate 2800 forme di Grana prodotte con latte di provenienza ignota e marchiate con un timbro falsificato oppure a quando, quest’anno, sono stati sequestrati quasi 5mila kg di formaggio grattugiato che riportavano etichette false di Parmigiano Reggiano Dop.

La Guardia di Finanza ha fatto inoltre, sull’azienda di Monteggiana, altri controlli e ha scoperto che essa era priva del “Bollo Cee”, una certificazione obbligatoria per chi opera nel settore dei prodotti alimentari. L’attività è stata sospesa ed il responsabile denunciato, a suo carico anche l’accusa di aver impiegato 4 lavoratori in nero e di non aver dichiarato 30mila euro di utili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *