Halloween: una festa anche in cucina

La vigilia del giorno di Ognissanti in inglese è tradotta come All Hallows Even, dall’unione di queste tre parole è nata la famosa festa di Halloween. Questa festa trova origini molto antiche, si parla addirittura dei tempi in cui le isole britanniche erano sotto dominio celtico, in quel tempo il nuovo anno si celebrava il primo novembre. I campi avevano dato il loro raccolto che era a sua volta stato conservato a dovere e i contadini potevano finalmente riposare; prima di farlo però rendevano grazie alle divinità per l’anno trascorso e i frutti che esso aveva portato con sé. Halloween è anche festeggiata come notte dove esorcizzare le paure, travestendosi da terrorizzanti mostri o fantasmi ci si prenderà gioco di loro ridendoci su.

La tradizione prettamente americana e anglosassone di celebrare questa ricorrenza sta prendendo piede sempre più anche in altre parti del mondo e, ovviamente, noi italiani quando c’è da fare festa non ci tiriamo indietro.

La sera del 31 ottobre i ragazzi e i bambini suonano di porta in porta e pronunciano la famosa frase “dolcetto o scherzetto?”, i padroni di casa offrono così ai giovani visitatori dolci e leccornie di ogni tipo: dalle caramelle alla patatine, dai biscotti ai succhi di frutta. La felicità dei bimbi si ottiene dunque facilmente.

Il simbolo per eccellenza della festa è la zucca arancione chiamata Jack O’ Lantern, la sua forma tondeggiante ricorda una grande testa. La tradizione vuole che venga svuotata, intagliata e al suo interno si inserisca una candela che renderà questo pittoresco ortaggio simile ad un viso con un ghigno spaventoso. Pare che gli spiriti maligni si tengano alla larga dalle case che espongano una guardiana dall’aria così spaventosa.

Ma oltre che simbolo, la zucca – in occasione di questa festa – trova ampio spazio anche in cucina. Sono davvero tanti i piatti che con essa si possono realizzare dai risotti alle crostate, dalle zuppe alle frittelle, dagli gnocchi di zucca alle creme e tanto altro ancora ma, se si vuole rimanere nel tema di halloween, basterà ricordarsi di esaltare i colori tipici della festa: l’arancione, il nero e il verde. Libero sfogo quindi alla fantasia per creare ricette gustose e divertenti purché abbiano un aspetto spaventoso per dare quel tocco horror che questa notte pretende.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *