Milan, per sostituire Cassano si pensa a Borriello

Si susseguono in questi ultimi giorni le voci di calciomercato riguardanti il Milan e la sostituzione di Antonio Cassano, che, come è noto, non potrà tornare a giocare in tempi brevi ed anzi ci vorranno circa sei mesi prima di rivederlo all’opera. Nonostante un Filippo Inzaghi che scalpita e un Stephan El Shaarawy che vorrebbe sfruttare questa occasione per giocare con più continuità e mettere in mostra le proprie doti, la dirigenza rossonera è alla ricerca di un attaccante di livello da consegnare a mister Allegri per Gennaio.

Tra i vari nomi che sono usciti dai quotidiani sportivi come possibili candidati per il posto in questione, quelli di Didier Drogba e di Maxi Lopez del Catania sembravano essere in prima linea.

Nella lista di Adriano Galliani però pare esserci anche un altro nome importante, corrispondente ad Adrian Mutu che non si sta trovando benissimo a Cesena e potrebbe cambiare aria.

Altra candidatura eccellente per i rossoneri è quella dello juventino Fabio Quagliarella, che finora ha trovato poco spazio a causa di infortuni ed ha davanti a sè Matri e Vucinic con cui competere per un posto. Tuttavia, questa ipotesi è da scartare in quanto Conte non vorrà privarsi di un giocatore così prezioso di cui già ha dato in diverse dichiarazioni passate il proprio apprezzamento.

Negli ultimi giorni è spuntato un nome nuovo, quello di Marco Borriello. E’ stato lo stesso amministratore delegato del Milan, Adriano Galliani, a parlarne chiaramente dando anche indicazioni sulle caratteristiche che avrà il giocatore che si sta cercando:””Se la Roma fosse disponibile ad una sua cessione in prestito potremmo anche prenderlo in considerazione insieme alle altre ipotesi che stiamo valutando. Il giocatore che comunque arriverà dovrà farlo in prestito con diritto di riscatto e dovrà essere in grado di poter disputare la Champions League

Appare però molto difficile che la Roma voglia privarsi della punta con la formula del prestito, avendo necessità di fare cassa e preferendo quindi altre soluzioni più definitive.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *