Teresa e Bill: uccisi a fucilate

Da circa una settimana il loro padrone li cercava disperatamente, non vedendoli più rientrare. Li ha trovati per caso, in prossimità del greto della bonifica. I loro corpi giacevano senza vita sul terreno da chissà quanti giorni ormai.

Bill era un pastore belga di 4 anni mentre Teresa era un meticcio cucciolo di Golden Retriever. Entrambi vivevano in un’azienda agricola di Rereve dove facevano da custodi. Appartenevano al proprietario dell’azienda, ma erano liberi di muoversi insieme nelle campagne circostanti. Probabilmente durante i loro giri nelle campagne devono aver infastidito qualcuno.

Chiunque sia stato infastidito dai due cani ha reputato opportuno sbarazzarsi di loro e lo ha fatto in modo crudele e spietato. I due cani infatti sono morti a causa di due colpi di fucile. Sono stati trovati uno vicino all’altro, abbandonati al loro destino nelle campagne di Magnacavallo, in provincia di Mantova. Il veterinario che ne ha accertato la causa di morte, il dottore Franco Bocchi, ha espresso il suo sdegno e la sua condanna per un atto così vile. Per questo ha mosso un appello verso coloro che hanno potuto vedere o sentire qualcosa il giorno in cui i due cani sono stati uccisi. Chiede ai cittadini di rompere il muro di omertà, permettendo agli agenti di scovare il colpevole di questo duplice omicidio.

Le speranze di risalire al colpevole sono poche, soprattutto considerata la zona molto isolata in cui è accaduto il fatto. Si spera comunque che si possa fare giustizia per queste due vittime, punendo in maniera esemplare chiunque si sia macchiato di questo crimine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *