Cosa mangiare durante il ciclo per evitare il mal di pancia e il gonfiore

C’è un periodo particolare per le donne che dura dall’età adolescenziale fino alla tarda età adulta e si manifesta ogni mese: il  ciclo mestruale. In questo periodo e spesso anche alcuni giorni prima, insorgono dei problemi relativi a molti aspetti come gli sbalzi di umore, crampi all’addome o comunque dolore alla pancia, un calo del ferro, gonfiore ed altro ancora. Per prevenire e contrastare questi sintomi, spesso basta seguire delle semplici regole di alimentazione.

Ma quali sono queste regole alimentari da seguire durante questo periodo e prima di esso?

Innanzitutto, per evitare un eccessivo gonfiore, basta seguire prima del ciclo una dieta a basso contenuto di sale: ciò non significa che bisogna evitare di condire i propri piatti ma basta semplicemente tralasciare gli alimenti ad alto contenuto di sale come salumi, insaccati, formaggi, prodotti in salamoia, pane e pizza da forno. In questo modo si evita un’eccessiva ritenzione idrica che caratterizza la fase prima del ciclo.

Durante il ciclo invece è necessario integrare il ferro ma anche vitamine, proteine e sali minerali. Bisogna dunque mangiare cereali, riso, patate, carne soprattutto quella più ricca di ferro e il pesce, anch’esso contenente ferro, ma è anche un ottimo rimedio contro i crampi, in quanto contiene Omega 3.

Proprio per contrastare il mal di pancia è necessario assumere alimenti ricchi di magnesio e calcio, quindi il latte parzialmente scremato e yogurt magro ma anche ortaggi verdi, banane, sardine e crusca.

Se poi assale una voglia irrefrenabile di dolce, si può mangiare un quadratino di cioccolata fondente, evitando così quegli alimenti cotti in forno come cornetti, brioche o biscotti.

Nel caso in cui il flusso sia scarso esistono dei cibi che rimediano anche a questo, come le cipolle, cavolfiori, sedano e melone, da evitare invece in caso di flusso abbondante. Inoltre è necessario non usufruire di bevande eccitanti come il caffè, il tè, e la Coca Cola.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *