Censimento 2011: compilazione Web prevale

E’ scattata oggi, lunedì 21 novembre del 2011, la seconda fase relativa alla raccolta dei questionari per il Censimento 2011 dell’Istituto Nazionale di Statistica. In particolare, chi ha già consegnato il questionario del Censimento alla Posta, oppure presso i centri di raccolta, non deve fare più nulla, mentre per chi non l’avesse fatto saranno ora da oggi i rilevatori comunali a sollecitare le famiglie affinché i questionari vengano compilati e consegnati. Nel dettaglio, i rilevatori comunali potranno anche recarsi presso le abitazioni di quelle famiglie che ancora non hanno consegnato il questionario fermo restando che per la consegna rimangono attivi i canali sopra citati, ovverosia gli uffici postali ed i centri comunali di raccolta.

Lo stesso dicasi anche per la consegna del questionario attraverso la compilazione e la trasmissione via Web; a ricordarlo nei giorni scorsi con una nota è stato proprio l’Istituto Nazionale di Statistica nel sottolineare tra l’altro come fino alla metà del corrente mese, con una quota sul totale pari al 38% circa, a prevalere fossero proprio le compilazioni e le consegne via Web del Censimento 2011.

A livello geografico, sinora la Sardegna ed il Molise si dividono il primato per la maggiore quota di questionari del Censimento 2011 Istat che sono stati inoltrati via Web. A seguire ci sono ben quattro Regioni del Mezzogiorno, la Puglia, Basilicata, Campania e Calabria. Al top per la consegna alla Posta c’è invece la Toscana, mentre i cittadini della Valle D’Aosta in maggioranza hanno preferito i centri di raccolta allestiti presso i Comuni.