Paulinchen, il maialino adottato da una cagnolina

Quale modo migliore per salutare il nuovo anno se non quello di raccontare una dolce storia di amore tra animali? Diversamente da molti uomini gli animali sono capaci di non badare alle differenze, poco importa il colore della pelle o come in questo caso del pelo.

La dura legge della natura aveva condannato a morte certa un piccolo maialino. Paulinchen era nato troppo piccolo e la madre lo aveva rifiutato. Il piccolo, messo in un angolino dai fratellini più forti e incapace di guadagnarsi quel posticino accanto alla madre che gli avrebbe garantito di sopravvivere, non si è lasciato intimidire e ha fatto sentire la sua voce piangendo a squarciagola.

Il proprietario dei maiali, Roland Adam, insospettitosi dei lamenti decide di andare a controllare cosa stesse accadendo e si rende subito conto che Paulinchen era stato rifiutato dalla madre. A questo punto, l’uomo non ha dubbi, la soluzione é Katinga, la sua amorevole Rhodesian Ridgeback.

In effetti, la cagnolina non ha esitato ad adottare il nuovo arrivato. Il maialino è stato accolto da Katinga, la quale se n’è presa cura riscaldandolo e coccolandolo. Anche quando Paulinchen viene allattato con il biberon, la madre adottiva lo lecca amorevolmente più di qualsiasi madre naturale.

“Se non lo avessi sentito io, probabilmente lo avrebbero fatto le volpi”, ha dichiarato Roland Adam il che avrebbe significato la fine per il povero maialino, ma per fortuna un destino diverso è stato riservato a Paulinchen, il quale una volta svezzato sarà pronto ad affrontare le avversità della vita e verrà ricongiunto ai suoi simili. Per il momento può ancora starsene tranquillo tra le coccole di Katinga.

Speriamo che questa fortuna lo accompagni per tutta la vita e che il futuro gli riservi un percorso più gradevole di quello riservato alla maggior parte dei maialini nel mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *