Ambra Angiolini, Gianni Boncompagni le disse: "Non ci servi più"

Ambra Angiolini è un personaggio di successo, e nella vita non le manca proprio nulla sia dal punto di vista professionale che personale. Come spesso accade, però, i personaggi dello spettacolo non sempre hanno avuto una vita rose e fiori e questo lo sa bene anche Ambra.

Sembrerà strano, ma  Ambra Angiolini ha dovuto fronteggiare alcune problematiche discendenti dal suo successo ottenuto in età adolescenziale. Tutti ricorderanno, infatti, quanto  Ambra era acclamata ai tempi del programma di ‘Non è la Rai’, quando a soli 14 anni entrò nel cuore di molte teenagers, divenendo per loro un vero punto di riferimento.

Ambra è serena, ora, mentre ricorda la sua carriera professionale, dai primordi, sottolineando che se da un lato è stata molto felice di arrivare al successo così precocemente, dall’altro  ha dovuto pagare qualcosa sul piano personale. Certo, quei momenti sono lontani, visto che la Angiolini compirà 35 anni il prossimo aprile, ma il ricordo è per lei ancora forte. Nel corso di un’intervista a Gioia, Ambra ha detto che ha vissuto momenti bui, in quanto è stata in preda della bulimia e della depressione. La ex presentatrice di ‘Non è la Rai’ ha ricordato che non ha vissuto un’adolescenza normale; tutte le sue amiche uscivano e andavano alle feste mentre lei era intenta sempre a fare contratti e a rispettare le rigide regole della tv.

L’ex bambina prodigio ha affermato che un bel giorno la chiamò Gianni Boncompagni e le disse: “Non ci servi più”. In quel momento la vita di Ambra cambiò, perché dopo ‘Non è la Rai’ la gente ha iniziato a dimenticarsi di lei. Per fortuna, col passar del tempo  e con molti sacrifici Ambra ha saputo riconquistare il cuore del pubblico, e ora non le manca proprio nulla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *