Coppa Italia: Milan ai quarti, ma col Novara servono i supplementari

Come da pronostico, il Milan supera l’ottavo di finale di Coppa Italia ma ci vogliono i tempi supplementari per aver ragione di un Novara ostico e che non smette mai di credere all’impresa.

Nel turn-over dei rossoneri si rivede in campo Inzaghi, in coppia in attacco con El Shaarawy, mentre viene subito utilizzato Merkel, ritornato a Milano dopo la prima parte di stagione al Genoa. Super Pippo vuole mettersi in mostra e viene spesso cercato dai compagni: prima si gira in area ma tira debolmente, dopo colpisce di testa su cross di Antonini e sfiora il palo. Dopo un inizio timido, anche i piemontesi si fanno vedere in avanti, con un bel sinistro di Pesce respinto da Amelia. Tocca però ad El Shaarawy salire in cattedra, che con un gran destro a giro dal limite trova l’angolino alla sinistra di Fontana portando il Milan in vantaggio al 24′.
Lo stesso “Faraone” tenta di ripetersi qualche minuto più tardi in contropiede, ma Fontana è strepitoso nell’opporsi al suo tiro ravvicinato.

Nella ripresa, il Milan amministra con una certa facilità, tentando di sfruttare gli spazi in contropiede seppur con poca precisione. Al 60′ Allegri toglie Inzaghi (che non la prende benissimo) per far entrare Pato ed anche Tesser modifica l’assetto tattico dei piemontesi passando al 4-3-3 grazie all’innesto di Jeda. Non ci sono occasioni di rilievo per tutto il secondo tempo ma, quando la partita sembra volgere al termine, arriva il pareggio a sorpresa: calcio di punizione dal limite battuto da Radovanovic, che con un rasoterra sorprende Amelia e porta le squadre ai supplementari sull’1-1.
Durante l’extra time, il Milan riprende l’atteggiamento di inizio gara, chiudendo il Novara nella propria metà campo e trovando nuovamente il vantaggio sull’asse brasiliano Robinho – Pato, con quest’ultimo che scatta in profondità superando Fontana in pallonetto e depositando in rete. Poco prima, il portiere piemontese aveva negato il gol al “Papero” con uno straordinario intervento su deviazione ravvicinata.

Il gol mette al sicuro il match, anche se Pato uscirà anzitempo dal campo a causa di un risentimento muscolare che verrà esaminato nelle prossime ore. Il Milan passa, ma a fatica e continua a collezionare infortuni; la rivincita a Novara (in campionato, domenica prossima) sarà in piena emergenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *