Ricerca lavoro: assunzioni 2012 in aumento

Nei primi tre mesi del corrente anno, rispetto al quarto trimestre del 2011, il trend delle assunzioni nelle imprese dei settori dell’industria e dei servizi è atteso in aumento. A rilevarlo è stato il Sistema Informativo Excelsior di Unioncamere e del Ministero del Lavoro in base al fatto che per il Q1 2012 sono attese 152 mila nuove entrate di personale con un incremento pari a circa 60 mila rispetto al quarto trimestre del 2011.

Ma non è tutto oro quello che luccica visto che dal Rapporto è emerso come buona parte di queste assunzioni programmate nel primo quarto del 2012 rappresentino riattivazioni di contratti scaduti alla fine dello scorso anno, oppure assunzioni di persone che vanno a sostituire altri lavoratori che temporaneamente hanno interrotto il rapporto di lavoro. Il dato incoraggiante è comunque quello per cui un terzo di queste assunzioni nel periodo da gennaio a marzo del 2012 riguarderà giovani con un’età al di sotto dei 30 anni.

Il quadro è decisamente meno roseo se si considera il saldo tra nuove entrate ed uscite di persone dal mondo del lavoro. Il saldo atteso per il primo trimestre del 2012 è infatti negativo per ben 75 mila unità per effetto di un calo dell’occupazione nei settori dei servizi e dell’industria previsto a -0,7%. Da questo punto di vista le imprese più in difficoltà sono quelle piccole e, a livello geografico, quelle del Mezzogiorno. Non è un caso che al Sud e, in generale, la piccola impresa soffra di più nel programmare nuove assunzioni visto che il loro sviluppo e la loro espansione risulta essere condizionato dalle difficoltà nell’accesso al credito.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here