Pagare per far clonare il proprio cane dopo la sua morte: accade a New York

Quanto paghereste per riportare in vita il vostro amico fedele? Che pazzia sareste disposti a fare? Probabilmente a nessuno verrebbe in mente di clonarlo, eppure qualcuno lo ha fatto e probabilmente non è un caso così sporadico al giorno d’oggi.

Dopo la morte del suo cagnolino, uno yorkshire di nome Trouble, Danielle Tarantola ha voluto in qualche modo riaverlo con sé. La ex broker di Wall Street aveva pensato di far clonare il suo cane già diverso tempo fa, quando Trouble era ancora in vita. Ai giornalisti ha dichiarato che le sarebbe piaciuta l’idea di veder giocare Trouble e il suo clone insieme.

Dopo la morte del cane, ormai molto vecchio e malato, la donna ha pensato di far diventare realtà quella che fino a qualche anno prima aveva considerato una semplice possibilità. Si è rivolta così al Sooam Biotech Research Foundation di Seul, in Corea del Sud, una clinica specializzata gestita dal genetista Hwang Woo Suk che si occupa in particolar modo della clonazione di cani. Dopo aver inviato alla clinica il DNA di Trouble prelevato dal suo veterinario mentre lui era ancora in vita e dopo aver pagato 50.000 dollari, la donna è stata costantemente informata dal personale della clinica della gravidanza della mamma ingravidata all’interno della quale stava crescendo il “clone” di Trouble. Ha potuto anche assistere via webcam al parto e alla nascita dei piccoli.

Dopo il tempo necessario all’allattamento e alla sua crescita, il cane è stato portato alla sua padrona che lo ha ribattezzato Double Trouble. Sembra però che sia già in arrivo Triple Double, nato lo scorso Novembre, che sarà consegnato a breve alla nuova padrona.

È opportuno precisare che la clonazione non permette di avere un animale uguale ad un altro in quanto sono tanti i fattori che rendono unico ogni essere vivente. Al di là della genetica per cui un cane potrebbe essere la “fotocopia”di un altro, l’ambiente in cui avviene lo sviluppo nelle prime fasi e le esperienze di vita possono incidere fortemente sul carattere e sulla personalità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *