Windows Phone Tango: basteranno 256 MB di memoria RAM

Una delle caratteristiche più positive dimostrate dal s. o. Windows Phone 7 è la scarsa richiesta di caratteristiche tecniche da ultima generazione. Infatti, se negli smartphone Android si utilizzano ormai processori quad core, con Windows Phone bastano i normali processori a soddisfare le esigenze degli utenti. Teniamo presente che sui personal computer si utilizzano ancora processori dual core che devono muovere un s. o. completo: in alcuni casi esso deve effettuare operazioni come la conversione di filmati, la navigazione con più browser e altre operazioni che richiedono molta potenza.

Ad uno smartphone non è richiesto questo particolare sforzo eppure negli smartphone Android la potenza non è mai troppa, anche se oggettivamente con un vecchio processore single core da 1 GB e 256 MB di RAM si è in grado di far “girare” correttamente Android 2.3 Gingerbread (Acer Liquid con custom rom Liquid Next 1.9.2).

Windows Phone 7.5 Mango è molto più leggero del s. o. Android ma pare che la nuova versione che dvorebbe essere distribuita da Microsoft entro la seconda metà del 2012 richiederà ancora meno potenza, infatti, le richieste minime hardware scenderanno dai 512 MB di WPM a soli 256 MB per la versione Windows Phone Tango.

In virtù di questa novità pare proprio che questa versione del s. o. mobile di Microsoft sarà destinata a smartphone di basso livello che quindi andranno a collocarsi sul mercato dei dispositivi di basso livello e di basso prezzo.

Il primo pensiero è rivolto a Nokia: con un s. o. così leggero varrà la pena puntare ancora sul vecchio Symbian o sarà più economico puntare su Tango negli smartphone low cost?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *