Addio ai Microsoft Points: manca la conferma dell’azienda

In questi ultimi giorni un rumor si sta facendo sempre più preminente: i tanto odiati Microsoft Points potrebbero abbandonare a breve le nostre console.

Al loro posto, i più comodi euro (o la valuta locale), in un processo di transizione che dovrebbe concludersi solo a fine 2012, per permettere a tutti coloro che hanno acquistato delle carte e la moneta virtuale dell’azienda di Redmond di poterla spendere senza troppa premura.

Una mossa, che ricordo non è ancora stata confermata dall’azienda di Redmond ma lanciata direttamente da Inside Mobile Apps, per portare più comodità e trasparenza alle transazioni per tutti i dispositivi che attualmente utilizzano i MP:  oltre a Xbox Live, anche PC, Zune Marketplace e Windows Phone. Se così fosse vero anche Microsoft allineerebbe così a PSN, App Store e tutti gli altri store virtuali sul mercato (con l’esclusione del NintendoWare) vendendo i servizi direttamente e senza l’intermediazione dei MP, fattore che è stato causa di poca chiarezza e trasparenza: ogni volta che si vuole acquistare un contenuto attraverso questa moneta virtuale bisogna convertire e calcolare il suo prezzo, senza parlare del fatto che alcuni negozianti truffaldini cercano di vendere le tessere ad un costo superiore o, viceversa c’è chi lucra vendendoli a prezzi inferiori. Una pratica molto diffusa che l’azienda potrebbe voler stroncare.

L’unico problema risiede nelle modalità di pagamento con il nuovo sistema in euro: sopratutto per i più giovani, che non possiedono una carta di credito, come potranno pagare per avere i contenuti? Microsoft potrebbe creare delle carte prepagate o altri metodi? Vi terremo aggiornati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *