Megaupload chiude, gli altri siti di hosting ne beneficiano!

La chiusura di Megaupload ha causato dei danni notevoli ad alcune persone che in questo momento hanno perso dei file personali che avevano caricato sul sito n°1 dell’hosting. Al di là di quelli che erano gli scopi della maggior parte degli utenti, è un dato di fatto che sempre più utenti necessitano di archiviare documenti online.

Con la chiusura di megaupload, pare proprio che la maggior parte di utenti abbia optato per soluzioni simili che fino ad una settimana fa non sono mai state molto utilizzate. Come potete vedere dal grafico proveniente da Torrentfreak, i 50 milioni di utenti che prima si affidavano a Megaupload ora hanno deciso di affidarsi ai pochi servizi superstiti dopo la dipartita del sito in questione più Filesonic e Fileserve che hanno bloccato la condivisione di file.

I preferiti sono Depositfiles, Uploaded.to, Hotfile e Rapidshare. Ma ci sono ancora tanti servizi che sono pronti a rimpiazzare Megavideo: ad esempio ci sono Filepost, zShare.net, Wupload e 4shared.com. Ovviamente, anche se i servizi disponibili per condividere file sono tantissimi è inutile nascondere che la quantità di dati che è stata caricata nel corso degli anni su Megaupload sarà difficile da rimpiazzare.

In ogni caso, com’è giusto che sia, tutti i siti dovrebbero assicurarsi di non ospitare contenuti protetti da copyright, perché non è possibile chiudere siti di hosting solo a causa dell’utilizzo sbagliato della maggior parte degli utenti. Fermo restando che per chi è abituato a scaricare contenuti multimediali può utilizzare tante altre alternative: il Federal Bureau of Investigation non potrà chiudere tutto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *