Censimento 2011 Istat in dirittura d’arrivo

Le operazioni censuarie legate al Censimento 2011 dell’Istat sono agli sgoccioli visto che si chiuderanno il 29 febbraio del 2012 in quei Comuni aventi oltre 150 mila abitanti. A farlo presente è stato l’Istituto Nazionale di Statistica dopo che invece lo scorso 31 gennaio del 2011 le operazioni di riconsegna dei questionari si sono chiuse in quei Comuni italiani aventi una popolazione compresa tra i 20 mila ed i 150 mila abitanti. Al 31 gennaio scorso, su scala nazionale, l’Istat ha contato oltre 23,5 milioni di questionari del Censimento consegnati, dei quali il 23% provenienti dagli uffici Postali, il 42,2% dai centri di raccolta istituiti nei Comuni, ed il restante 34,8% giunto dalla compilazione online dal sito Internet http://censimentopopolazione.istat.it.

Dallo scorso 1 febbraio del 2012 i questionari non ancora consegnati si possono consegnare solo presso i centri di raccolta dei Comuni, oppure i cittadini attenderanno l’arrivo dei rilevatori comunali. Questo perché dall’1 febbraio scorso i questionari non si possono più consegnare presso gli uffici postali, ma si può comodamente utilizzare il Web dal sito sopra indicato.

A dimostrazione del fatto che con il Censimento 2011 siamo vicini alla conclusione, l’Istat ha reso noto che al 31 gennaio scorso la media di consegna dei questionari su scala nazionale si è attestata al 93% del totale nei comuni tra i 20 mila ed i 150 mila abitanti. Per quel che riguarda invece i Comuni più grandi, al 31 gennaio scorso quello più virtuoso, in termini di percentuali di riconsegne dei questionari, è Brescia con il 91,5%, ed a seguire Prato con il 91,45% e Cagliari all’88,6%. In coda alla fine del mese scorso c’erano invece Napoli, Messina ed il Comune di Roma, rispettivamente, con il 75,4%, il 70% ed il 68,9%.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here