Sanremo e i cachet da record

Questo Sanremo 2012 deve ancora iniziare ma passerà alla storia per tutti i dibattiti sulla partecipazione di Adriano Celentano e il suo cachet tanto discusso.

Ma il Festival è caratterizzato, negli anni, da compensi da capogiro: quello del molleggiato ha suscitato particolari polemiche ma, gli scorsi anni altre star hanno portato a casa un bel gruzzoletto, a partire dai conduttori e le loro vallette. Oltre allo storico caso di Paolo Bonolis e del suo milione di euro che provocò un esposto del Codacons, la stessa cifra fu percepita da Michelle Hunziker nel 2007, valletta di Pippo Baudo (che prese solo 800 mila Euro).

Più economiche le conduzioni femminili della Clerici e di Simona Ventura: se quest’ultima percepì 320mila euro (contro i 500 mila del suo direttore artistico Tony Renis), Antonellina portò a casa 500 mila euro. Un milione anche a Panariello che condusse il festival (con scarsi ascolti)  nel 2006 insieme a Ilary Blasi (500 mila) e Victoria Cabello (400 mila)

E passiamo agli ospiti: l’anno scorso Benigni percepì 250 mila euro, che poi devolse in beneficenza, senza, però, pagare di tasca propria le tasse come, invece, farà Celentano, mentre nel 2009 portò a casa, per una sola serata 350 mila euro (il compenso maggiore rispetto al 2011 è dato dal fatto che in tale occasione concesse l’uso di alcuni suoi materiali storici realizzati proprio per la Rai). Nel 2010 Cassano prese 150 mila euro, mentre Jennifer Lopez arrivò alla storica cifra di 800 mila. Nel 2004 Dustin Hoffman riportò in America 180 mila euro, mentre i suoi colleghi sono riusciti a fare meglio: Sharon Stone con 250 mila, Hugh Grant 500 mila e  John Travolta con una compenso tra i 400 e 500 mila euro.

Ricordiamo anche lo scandaloso cachet di “soli” 90 mila euro per Mike Tyson: a voi i commenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *