Mercato dei PC in crisi ma non per Lenovo: fatturato record nel 2011

Il mercato dei personal computer è in crisi ma sicuramente non per tutti i produttori: ad esempio, Lenovo ha riportato dei numeri davvero invidiabili: il fatturato trimestrale record è pari a 8,4 miliardi di dollari statunitensi; il reddito al lordo delle imposte record è pari a 192 milioni di dollari statunitensi; il profitto attribuibile agli azionisti è pari a 153 milioni di dollari statunitensi.

La quota di mercato ottenuta da Lenovo è la più elevata in assoluto a livello mondiale ed è pari al 14,0%. La società, inoltre, ha riportato la quota di mercato più elevata in assoluto in Cina pari al 35,3%. Il rendimento per azione è pari a 1,50 centesimi di dollaro statunitense o 11,67 centesimi di dollaro di Hong Kong e infine le riserve di cassa nette sono pari a 3,9 miliardi di dollari statunitensi. Tutti i dati sono stati calcolati al 31 dicembre 2011.

La società ha quindi chiuso in bellezza questo 2011 ottenendo vendite record tanto che in questo 2012 il gruppo cinese punterà al primo posto nei vertici della classifica mondiale. A quanto pare Lenovo è l’unico produttore che non risente dell’introduzione dei tablet nel mercato.

Il mercato dei personal computer, infatti, sta vivendo un periodo nero grazie a tablet, netbook e ora anche ultrabook che stanno frammentando il mercato e offrendo dei dispositivi adatti per tutti coloro che hanno bisogno di utilizzare il personal computer in mobilità.

I risultati ottenuti dalla società cinese nell’ultimo trimestre del 2011 sono stati proprio eccezionali: i profitti di 153 milioni di dollari indicano una crescita del 44% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Lenovo anche se punta al primo posto nella produzione di personal computer non sta sottovalutando il settore dei tablet e smartphone: venduti 6,5 milioni di device!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *