Serie B: Torino in vetta, vince anche la Samp

Nel sabato della ventisettesima giornata di Serie B, il Torino torna nuovamente in vetta approfittando del rinvio di Pescara – Juve Stabia e aspettando il Sassuolo, di scena domani in casa del Bari.

I granata domano senza troppe difficoltà la Nocerina, sempre sola in fondo alla classifica, mettendo la partita in discesa dopo soli 8 minuti, quando D’Ambrosio disegna una splendida parabola con un colpo di testa su corner di Parisi, siglando il gol del vantaggio. Il raddoppio arriva poco dopo la mezz’ora con Vives, che si accentra partendo dalla sinistra e trova l’angolo basso alla sinistra di Concetti. La partita si chiude definitivamente in avvio di ripresa con il destro di Stevanovic sul primo palo, che rende vana la rete del 3-1 dei campani messa a segno dal solito Castaldo.

Turno favorevole anche per il Verona che, dopo un vero e proprio assedio nel primo tempo contro l’Ascoli, riesce a trovare il gol soltanto al 50′ con lo splendido sinistro dalla distanza di Hallfredsson che si infila all’angolino. L’islandese dimostra di poter fare la differenza anche nel finale, offrendo al greco Tachtsidis l’assist del definitivo 2-0. I gialloblu si trovano adesso a 51 punti, gli stessi del Pescara che ha però due partite in meno. Continua a stupire anche il Varese, che con una rete in avvio da parte di Rivas riesce ad avere la meglio sul Gubbio di Gigi Simoni. La squadra di Maran consolida la sesta posizione, l’ultima valida per l’accesso ai play-off.
Si tiene in scia anche la Reggina, che fa festa al Granillo battendo l’Empoli in un match chiuso apparentemente dopo un’ora, grazie al tris di reti che porta le firme di Campagnacci, Viola e Ceravolo. Nell’ultimo quarto d’ora i toscani sfiorano l’impresa, rientrando in corsa con il bel sinistro di Tavano (14° centro in campionato) e la zampata di Dumitru, che però non bastano a schiodarsi dalla pericolosa posizione in classifica.
Passa, seppur soffrendo, anche il Brescia sul campo del Cittadella: decisivo il brasiliano Jonathas, che sigla una doppietta da vero attaccante sfruttando dapprima un errore di Martinelli al 9′ per poi portare il risultato sul 2-0 con un colpo di testa ravvicinato. La squadra di Calori, seppur rischiando, mantiene per la settima volta consecutiva la porta inviolata.
Davanti non rallenta nessuno, ma la Sampdoria riesce a fare il suo conquistando la prima vittoria casalinga dell’era Iachini ai danni dell’Albinoleffe. A decidere l’incontro è Pozzi, che da vero rapace dell’area devia in rete uno spunto di Juan Antonio, coronando una prestazione finalmente convincente della squadra dal punto di vista della determinazione. La zona play-off dista però ancora sette punti.

L’unico pareggio di giornata è l’emozionante 2-2 tra Crotone e Grosseto. Dopo il gol ospite di Mancino, la reazione dei calabresi è importante e, nonostante l’inferiorità numerica per l’espulsione di Gabionetta, il pari arriva all’85’ con Calil. Emozioni che non finiscono, perché i toscani si riportano avanti due minuti dopo con il colpo di testa di Curiale, ma all’ultimo respiro la squadra di Drago ha un sussulto con la bellissima punizione di Florenzi che si infila all’angolino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *