Siena – Roma 1-0, le pagelle

Il match tra Siena e Roma, valido per il posticipo della ventitreesima giornata di Serie A, si è concluso con la vittoria dei padroni di casa per 1 a 0 grazie alla rete segnata su calcio di rigore da Calaiò, penalty assegnato per fallo di Kjaer su Destro.

Ecco le pagelle dei giocatori scesi in campo e degli allenatori:

SIENA

Pegolo 6 – Si fa trovare pronto e attento nelle poche circostanze in cui è chiamato in causa. Respinge bene su Lamela e su Borini, per il resto ordinaria amministrazione.

Vitiello 6,5 – Diligente e concentratissimo, non concede spazio all’avversario che capita dalle sue parti. Si propone poco ma difende bene.

Rossettini 6,5 – Anche lui non lascia passare nessun romanista ma erge un muro come tutto il reparto senese.

Terzi 6,5 – Preciso ed efficace nei suoi interventi difensivi.

Del Grosso 6 – Come l’altro terzino pensa più a coprire che a spingersi in avanti, ma è tuttavia bravo nel contenere la spinta di Rosi.

Giorgi 6,5 – Grande voglia e grande personalità con le quali mette in difficoltà il suo avversario sulla fascia di competenza, rendendosi anche pericoloso. 

Dal 77′ Parravicini sv.

Gazzi 6 – Tanta corsa e tanta quantità nella zona nevralgica del campo. Utilissimo nell’arginare la manovra giallorossa.

Vergassola 6,5 – Le sue doti tecniche e di regista gli hanno consentito di far ripartire con intelligenza la manovra dei suoi una volta spezzata quella avversaria.

Brienza 7 – Tra i più in forma, si muove a tutto campo non dando punti di riferimento alla retroguardia romanista e offrendo ottimi palloni ai compagni di reparto che però spesso sciupano quanto da lui costruito.

Destro 7 – Anche per lui tanto movimento sia in fase di smarcamento offensivo sia in fase di ripiego per aiutare in copertura. Spreca un pò troppe palle gol ma ha il merito di guadagnarsi il rigore decisivo.

Dal 83′ Grossi sv.

Calaiò 6,5 – Vedi Destro, lotta su ogni pallone che giunge dalle sue parti, è il punto di riferimento di ogni lancio ed è bravissimo a far risalire la squadra. Anche lui spreca qualche occasione ma si rifà alla grande segnando il gol decisivo su calcio di rigore. 

Dal 71′ Angelo sv.

All. Sannino 7,5 – Imposta la gara alla perfezione, dimostrando di aver studiato l’avversario. Grande gara difensiva e ottima impostazione dei contropiedi in velocità. Si toglie una soddisfazione e raccoglie tre punti preziosi per la lotta salvezza. 

ROMA

Stekelenburg 6 – Per tutto il match non deve compiere chissà quali interventi, anche per la scarsa vena delle punte avversarie che mancano il bersaglio da soli. Per poco non riesce a parare il rigore di Calaiò tuffandosi dal lato giusto.

Rosi 5,5 – Se si dovesse valutare per la fase offensiva e propositiva, sarebbe da 6,5 almeno, purtroppo però fa il difensore e nel difendere è un pò troppo disattento.

Heinze 5,5 – Usa tutta l’esperienza in suo possesso per contenere i danni causati dalle partenze velocissime degli avversari in contropiede, non essendo aiutato dal sistema di gioco del suo tecnico.

Juan 5,5 – Serata non positiva per il centrale brasiliano che va spesso in difficoltà e peraltro deve uscire a metà partita per infortunio.

Dal 46′ Kjaer 5 – Non proprio a suo agio, come gli capita spesso ultimamente, il difensore romanista ha la grave colpa di causare il rigore commettendo un fallo ingenuo su Destro. Questo episodio incide sulla partita sua e della Roma.

J. Angel 4,5 – Luis Enrique continua a dargli fiducia sperando di recuperarlo. Visto nella partita di ieri, la sua prestazione parecchio insufficiente evidenza dei limiti forse irrecuperabili per un giocatore che vorrebbe fare bene in Serie A. Tra i peggiori.

Viviani 5,5 – Il ragazzo la grintà ce la mette tutta e dimostra anche molto carattere, ma nel calcio serve anche essere efficaci nel compito che si ha da svolgere e lui risulta troppo impreciso alla resa dei conti.

Simplicio 5,5 – Meglio nel primo tempo, appare molto stanco e poco lucido nella ripresa dove sbaglia parecchio ed infatti viene sostituito. 

Dal 68′ Bojan 5,5 – Prova a migliorare la situazione già disastrosa e fare qualcosa di buono, ma non riesce nel suo intento andando in confusione anche lui e sbattendo contro la difesa del Siena.

Pjanic 5,5 – Finora era stato sempre uno dei pochi a salvarsi attraverso prestazioni sempre almeno sufficienti e degne di nota. Dovrebbe e potrebbe fare di più ma si vede poco anche lui.

Lamela 6 – Uno dei pochi a salvarsi. Prova a giocare tra le linee ed è il più pericoloso dei suoi, peccato che si spenga col passare dei minuti. Non sfrutta a pieno le sue potenzialità.

Totti 5 – Serata storta per il campione e capitano giallorosso. Molto impreciso e non è da lui. Alla fine si innervosice anche nel non riuscire a rendere come vorrebbe.

Dal 59′ Osvaldo 5,5 – Torna a giocare dopo essere stato fermo per parecchio tempo e si vede, ci mette la solita passione e voglia ma non riesce a incidere più di tanto.

Borini 5,5 – Assente ingiustificato del match. Appare fuori dal gioco e si mette in evidenza solo per una conclusione pericolosa con cui impegna Pegolo. Per il resto, non si è visto.

All. Luis Enrique 5 – La sua filosofia di gioco non sembra funzionare con continuità. In difesa si corrono troppi rischi a causa del solito uno contro uno dei difensori con gli attaccanti avversari e così non può andar bene. In fase offensiva, invece, troppo possesso palla e poche azioni degne di nota. C’è ancora molto da lavorare.