HRT: niente test a Barcellona

La situazione per la scuderia HRT comincia a diventare difficile visto che è fallita anche la seconda prova dei crash test obbligatori per poter gareggiare in pista. Questo è un problema non da poco visto che una scuderia di modeste possibilità come quella spagnola dovrà aggiungere alle difficoltà di sviluppare una macchina competitiva con pochi fondi economici, anche quella di avere meno tempo rispetto a tutte le altre scuderie per poter testare la nuova monoposto.

L’Hispania Racing Team ha dimostrato di avere la buona volontà di correre in F1 nonostante le difficoltà ormai si sono viste fin dall’inizio e non sembrano esserci stati progressi fino ad ora. Anzi, ora addirittura la monoposto non supera neanche i crash test.

A questo punto il futuro dell’Hispania Racing Team è sicuramente poco roseo soprattutto se pensiamo che in un momento in cui le scuderie hanno fatto dei notevoli passi in avanti (i test di Jerez hanno messo in risalto che i team di basso livello si sono impegnati anche più dei team di punta, come testimonia il tempo record per le vetture del 2012 di Romain Grosjean con la sua Lotus Renault).

La scuderia spagnola quindi dovrà correre ancora con la monoposto fallimentare del 2011 e a questo punto tanto vale saltare il primo test a Barcellona che è in programma a partire dal 21 febbraio.

L’obiettivo resta comunque quello di essere pronti con la nuova monoposto per il 1° marzo. Sperando che sia la volta buona, altrimenti, è a rischio il debutto della nuova vettura già all’inizio del mondiale.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here