Incendio in una palazzina: Rocky salva tredici famiglie

E’ tutto merito di Rocky, un meticcio nero di 10 anni, se ben tredici famiglie residenti in una palazzina in via Volpiano, alla periferia di San Benigno (Torino), sono sane e salve.

Nel corso della notte, un incendio si è sviluppato nello scantinato dello stabile, causato da una stufa mal funzionante. Nessuno dei condomini, molti dei quali anziani, si era accorto delle fiamme e sarebbe stata una vera e propria tragedia se Rocky non avesse allertato il padrone abbaiando e mordendolo insistentemente. Proprio nel locale in cui si erano scatenate le fiamme, infatti, vi erano due bombole di gas stipate in uno sgabuzzino che avrebbero potuto causare il peggio.

Il cagnolino, accortosi del pericolo, comincia ad attirare l’attenzione del suo padrone, Giancarlo, il quale, insospettitosi per l’insistenza del cane, decide di alzarsi. Una volta sveglio, l’uomo si rende immediatamente conto della gravità della situazione e allerta tutte le famiglie del condominio, le quali hanno così il tempo di scendere in strada e mettersi  in salvo.

“Se non era per lui avremmo rischiato di morire là dentro”. Così commenta il proprietario di Rocky, che dice di aver preso il piccolo eroe in Sicilia, dove alcune persone lo maltrattavano, dal quel momento non si erano più separati e mai come in quest’occasione, Rocky ha dato prova del fatto che un cagnolino è per sempre.

Che questa storia valga da esempio a tutti quei condomini per cui il cane diviene motivo di scontro. Pensateci bene prima di mandar via un cane che abbia troppo, potrebbe davvero salvarvi la vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *