Niente UMD Passport per PS Vita!

Finalmente è uscita la nuova console portatile di casa Sony: PS Vita. Un vero evento, un dispositivo volto a cambiare l’era del gaming, ma già arrivano le cattive notizie.

Questa volta vi parliamo del tanto chiaccherato UMD Passport, il metodo per “convertire” i vecchi giochi di PlayStation Portable in nostro possesso su PS Vita (questa, infatti, non presenta alcun supporto per UMD) che è stato rilasciato in Giappone ma che solo oggi scopriamo che non arriverà mai in Occidente.

Una news che lascia un pò perplessi, ma che, allo stesso tempo, trova subito la spiegazione del boss di Sony Worldwide Studios, Shuhei Yoshida. In Giappone, lo sappiamo bene, la “vecchia” PSP non solo è molto amata dal pubblico, ma ha un’offerta di giochi molto più ampia rispetto Europa e America: addirittura un gran numero di titoli è ancora in sviluppo per questa piattaforma ed è, dunque, logico che un sistema come il UMD Passport venga promosso.

In Occidente, invece, non solo abbiamo molti meno titoli, ma quelli che sono rilasciati in digitale sono anche più economici rispetto agli stessi in Giappone. ‘Ad esempio, puoi comprare Final Fantasy Tactics a $10: è un gran prezzo”, dice Yoshida.

Secondo Sony, quindi, introdurre l’UMD Passport in Europa e America sarebbe stato controproducente: il trasferimento, infatti, non è gratuito, ma, come del resto abbiamo già visto, un costo che ruota intorno ai 5-10 dollari.

Una notizia che non può che lasciarci un pò delusi: non stiamo, infatti, parlando di titoli nuovi, ma che già possediamo. Se non fosse esistito un programma di conversione a livello mondiale, forse, non ci saremmo rimasti così male.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here