De Laurentiis blinda Cavani: “Nessuna offerta, resta a Napoli”

Non sono piaciute ad Aurelio De Laurentiis le dichiarazioni di Oscar Washington Tabarez. Il commissario tecnico dell’Uruguay nella serata di ieri ha infatti parlato di Cavani, consigliando all’attaccante di lasciare Napoli per provare un’avventura importante in Spagna o Inghilterra.

Il presidente partenopeo, impegnato alla presentazione del nuovo film di Carlo Verdone (intitolato Posti in piedi in Paradiso), trova il tempo per parlare di calcio e rilancia: “Tabarez guardi in casa propria. Se qualcuno ha i soldi per comprare Cavani magari vedremo. Tutti parlano ma io soldi sul tavolo non ne vedo“.

Appunto, verrebbe da dire. E proprio a questo proposito, De Laurentiis lascia anche intendere quale possa essere la valutazione del calciatore. Lo fa in paragone all’ultimo arrivato tra gli azzurri, il cileno Vargas, pagato tanto (12 milioni) con la speranza che esploda. Per questo un’offerta per Cavani dovrà essere decisamente superiore a certe cifre, in linea con il reale valore del giocatore.
Quando si parla di mercato però, ci sono tanti altri giocatori del Napoli che fanno gola alle big d’Europa. Marek Hamsik è uno di questi. Lo slovacco, corteggiatissimo da Chelsea e Manchester City, difficilmente partirà. “Lui sta bene qui. Ha richieste da parecchio tempo, ma ha un contratto fino al 2016” spiega il presidente. Che spegne anche tutte le speculazioni su un eventuale passaggio del tecnico Mazzarri all’Inter, definendole “voci mediatiche” e ribadendo come il contratto del tecnico scadrà solo nel giugno 2013. Ma la sua parentesi al Napoli potrebbe continuare anche dopo quella data, perché il tecnico livornese ha spesso parlato del desiderio di intraprendere una carriera da dirigente. E ovviamente “per lui le porte saranno sempre aperte” dice De Laurentiis.

Infine, piccola chiosa sulla partita di ritorno in Champions League in casa del Chelsea. Le richieste di biglietti da parte dei tifosi del Napoli sono tantissime, ma la società londinese ha messo a disposizione appena 2600 tagliandi. “Ho parlato con il club inglese sulla possibilità di averne degli altri, ma ho ricevuto un antipatico no. Per questo cercheremo di far assegnare eventuali biglietti invenduti ai nostri tifosi nelle ultime 72 ore”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *