Fiat smentisce piani chiusura impianti in Italia

Non ci sono per Fiat S.p.A. piani di chiusura degli impianti automobilistici nel nostro Paese. A farlo presente in data odierna con un comunicato ufficiale è stata proprio la multinazionale quotata in Borsa a Piazza Affari che, tra l’altro, ha sottolineato di riservarsi a propria tutela ogni iniziativa opportuna legata alla diffusione di documenti o di notizie false. Questo dopo che in Rete è stata pubblicata la notizia per cui, in base a tabelle pubblicate sulle produzioni future della Fiat, si desumerebbe l’esistenza di un piano finalizzato alla chiusura dei siti di Pomigliano e di Mirafiori.

Quindi, le tabelle circolate su Internet non riflettono le intenzioni della Fiat che, nella nota, ha ricordato come il sito di Pomigliano già da quattro mesi circa a questa parte stia producendo l’attuale vettura di punta a brand Fiat, la Nuova Panda. Riguardo invece all’impianto di Mirafiori, come tra l’altro già annunciato e stabilito dalla società quotata in Borsa a Piazza Affari, Fiat S.p.A. intende avviare dalla fine del 2013 la produzione di una vettura a marchio Fiat, e poi dal secondo trimestre del 2014 un’altra vettura a marchio Jeep.

Ed in ogni caso, tenendo in conto quello che è e sarà l’andamento dei mercati internazionali, Fiat S.p.A. come da tempo deciso e comunicato andrà a riferire stabilimento per stabilimento quelle che saranno nel dettaglio le produzioni future della major automobilistica. In termini di vendite ricordiamo che in Italia le immatricolazioni per Fiat Group Automobiles, nel mese di febbraio del 2012, si sono attestate a quota 37 mila che individuano una quota di mercato pari al 28,3%.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here