Colpita la discografia di Michael Jackson: un attacco hacker contro gli archivi sony

Ancora una volta il colosso nipponico Sony sembra essere in seria difficoltà,e a farne spesa stavolta non saranno i giocatori del suo PlayStation Network come l’anno scorso ma la memoria di Michael Jackson, e la speranza per milioni di fans di scoprire collaborazioni inedite grazie a previste pubblicazioni postume.

Ad essere oggetto di discussione è la possibilità che tra i brani rubati ci possa essere un duetto tra Michael Jackson e Freddy Mercury. Infatti la Sony chiarisce e conferma di un attacco informatico che ha colpito il suo archivio musicale tra cui era presente la discografia di Michael Jackson, ma non ha fatto nessun tipo di riferimento al brano con Mercury e neppure all’altro duetto con Will-I-Am di cui anche si discute.

Si sgretolano così però anche le speranze di vedere pubblicati inediti che Michael aveva ancora nel cassetto, prima che la morte avvenuta nel 2009 lo portasse via. La Sony infatti aveva acquisito i diritti sulle canzoni di Michael grazie ai suoi eredi, firmando un contratto di 250 milioni di dollari. Il progetto della casa discografica era la pubblicazione di almeno dieci album, che avrebbero visto la pubblicazione del lavoro nascosto di Jackson.

Erano proprio queste iniziative Sony a far credere che il materiale inedito dovesse essere non poco. E se resta un alone di mistero sulla collaborazione tra la voce dei Queen e il Re del Pop, meno oscuri sembrano essere gli artefici dell’attacco hacker: gli inglesi James Marks e James McCormick. I due hanno ricevuto il rilascio su cauzione dopo essersi dichiarati innocenti ma la partita è ancora aperta, e la loro colpa o innocenza si scoprirà nel processo del Gennaio 2013.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here