Indice Istat fiducia consumatori aumenta a marzo

A valere sul corrente mese di marzo del 2012, l’indice che misura la fiducia dei consumatori, e che viene rilevato dall’Istituto Nazionale di Statistica (Istat), è aumentato a 96,8 rispetto alla precedente rilevazione di 94,4. A comunicarlo è stato proprio l’Istituto nel precisare come l’aumento del clima di fiducia nel corrente mese sia frutto di incrementi diffusi per tutte le sue componenti, a partire da quella sulla situazione personale degli interpellati, e passando per quella che è la componente economica generale. Luce verde anche per l’indicatore sulla situazione corrente e quello sulle attese a breve termine anche se in questo caso l’aumento è stato frazionale.

Per quel che riguarda l’economia italiana, a marzo 2012 le aspettative sul suo andamento generale sono sostanzialmente stabili, mentre l’Istituto Nazionale di Statistica (Istat) ha rilevato un peggioramento delle aspettative in materia di disoccupazione. E per i prezzi, se il giudizio sull’andamento recente è quello di un rialzo, a valere sui prossimi dodici mesi le aspettative sono quelle di un rallentamento delle dinamiche inflazionistiche.

Appresi i dati rilevati dall’Istituto Nazionale di Statistica (Istat), la Federconsumatori è intervenuta con un comunicato ufficiale bollando come “irreale” la crescita della fiducia dei consumatori nel nostro Paese. Al riguardo, infatti, l’Associazione si chiede se i dati per le rilevazioni non siano stati per caso raccolti interpellando dei ricchi emiri residenti ad Abu Dhabi. Questo perché secondo la Federconsumatori la situazione è ben altra e caratterizzata per i prossimi mesi da misure e scadenze che andranno a colpire ulteriormente il già traballante potere d’acquisto delle famiglie.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here