Ospiti speciali nell'ultima puntata dello show di Giorgio Panariello

“Se dobbiamo rivolgerci a Facebook per trovare un amico, vuol dire che di fondo c’è una grande solitudine. Un po’ di compagnia la si può trovare in natura. Non sapete che compagnia può fare in casa un animale, non la pelliccia, ma l’animale”.

Grande spettacolo di umanità ieri sera allo show del noto comico toscano, Giorgio Panariello.

Panariello, da sempre impegnato nelle campagne di sensibilizzazione contro l’abbandono, ha deciso di dedicare uno spazio della sua ultima puntata al mondo degli animali e in particolare ai suoi più grandi amici, i cani. Insieme ad un’altra paladina dei diritti degli animali in tv, Rita Dalla Chiesa, lo showman ha accolto sul palco i migliori ospiti della serata: un gruppo di simpatici cani, tutti provenienti da canili, accompagnati da giovani volontari e dalla presidentessa della Lega Nazionale per la Difesa del Cane, Laura Rossi.

Grazie ad alcune donazioni, tra cui quelle dei partecipanti allo spettacolo “Panariello non esiste”, a breve cominceranno i lavori per l’apertura di un nuovo canile, anche se obiettivo dell’associazione, nonché desiderio di tutti, sarebbe quello di “svuotare” i canili, perché ogni cane possa crescere nell’affetto di una vera famiglia e non avere mai bisogno di un canile. Da qui le importanti campagne di sterilizzazione, soprattutto in vista della primavera e dunque delle nuove cucciolate in arrivo. Lo sponsor dell’iniziativa, nonché fornitrice di cibo per gli ospiti del canile, è l’azienda di mangimi di Tiberio Falcon, azienda che non effettua nessun tipo di test sugli animali, come ci tiene a sottolineare Panariello. Importante anche la partecipazione del sindaco della città di Adelfia e di chiunque contribuirà in qualche modo all’iniziativa, collegandosi al sito www.mediafriends.it

Tantissimi i buoni messaggi mandati ad un pubblico variegato come quello che ieri sera seguiva lo spettacolo. Adulti e bambini hanno potuto guardare gli occhi del cucciolo di beagle presente in sala, che Panariello ha voluto mettere ben in vista, per far vedere a tutti su quali creature innocenti una pseudo scienza si accanisce.

Molte le parole spese a favore dell’adozione.  Partendo da uno dei suoi sketch che scherniva chi si vanta di tenere l’animale esotico più strano, Panariello dice:

Un cane è un amico sincero e fedele, che ti ama anche se non sa chi sei perché non conosce la differenza tra essere e apparire. Ti ama in maniera incondizionata, non ti giudica ed è pronto a dare la vita per te”. Parole estremamente commuoventi, dettate anche dalla perdita del suo amato Zeus.

Lo spettacolo finisce nel migliore dei modi, con una lettera letta da Panariello. Si tratta di una storia che da tempo gira sul web, di una proprietaria di un albergo che alla richiesta di un cliente di poter portare il proprio cane, risponde così:

“Caro signore, lavoro in una catena di hotel da circa 25 anni. Fino ad oggi non ho mai dovuto chiamare la polizia per cacciare un cane ubriaco nel cuore della notte. Mai nessun cane ha cercato di rifilarmi un assegno a vuoto. Mai un cane ha bruciato le lenzuola con una sigaretta. Non ho mai trovato un asciugamano dell’hotel nella valigia di un cane. Ora, il suo cane è il benvenuto nel nostro albergo, se lui garantisce può venire anche lei“.

Quella di ieri è la televisione che vorremmo vedere sempre, fatta di uomini e donne che non si preoccupano degli indici di ascolto e che colgono l’occasione per mandare messaggi importanti.

Come ha gridato ieri sera Giorgio Panariello “Chi se ne frega degli ascolti se il tema è così importante come la salvaguardia dei cani!”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here