Conservare le verdure di stagione: ad aprile crema di carciofi e tonno e asparagi con zucchine e carote

La primavera, con le sue belle giornate e con il risveglio dei colori, ci regala anche sapori unici ed inconfondibili come quelli degli asparagi. Purtroppo però, se li vogliamo consumare freschi, dobbiamo approfittare del poco tempo a disposizione in quanto crescono solo in questo periodo;  poi dovremmo accontentarci di quelli surgelati anche se il gusto non sarà proprio lo stesso. Per ovviare a questa “mancanza” anche nei mesi in cui gli asparagi non sono reperibili freschi, possiamo optare per fare adesso alcune conserve.

Per la conserva di asparagi, zucchine e carote vi occorrono i seguenti ingredienti: 1 kg di asparagi, 4 zucchine, 600 gr di carote, qualche cipollina, foglie di alloro, aceto bianco, sale e pepe bianco. Ovviamente potete diminuire o aumentare le dosi secondo le vostre necessità.

Procedimento: raschiate, lavate e private della parte dura del gambo gli asparagi, poi lessateli al vapore facendo attenzione a lasciare le punte sode e intatte. Lavate le carote e lessatele in acqua bollente salata, fate la stessa cosa con le zucchine e con le cipolline lessando ogni verdura per conto suo e lasciando la loro cottura al dente cosicché possano risultare sode e croccanti. Dopo la cottura tagliate le zucchine e le carote a rondelle e le cipolline in 4 parti, staccate le punte agli asparagi e poi unite il tutto e mescolate. Aggiustate di sale, pepate ed iniziate ad invasare preferendo barattoli panciuti che avrete precedentemente sterilizzato e fatto asciugare per bene. Aggiungete le foglie di alloro e coprite con l’aceto bianco: quest’ultimo dovrà essere allungato con acqua nella proporzione di due terzi di aceto e uno di acqua. Pressate gli ortaggi verso il fondo facendo in mondo che siano coperte dal liquido e fate raffreddare, poi chiudete ermeticamente i barattoli e conservate al buio. Lasciate trascorrere almeno 40 giorni prima di consumare.

Se non siete degli amanti degli asparagi un altro ortaggio a cui potete dedicare la vostra attenzione è il carciofo. La coltivazione del carciofo infatti ha inizio nel mese di giugno ma la raccolta va da novembre ad aprile, sono questi gli ultimi giorni per cercare di conservare la bontà del carciofo per continuare a gustarlo tutto l’anno. Una conserva molto appetitosa e da utilizzare come contorno, con i crostini, sulle bruschette o secondo i vostri gusti è la crema di carciofi e tonno. Ecco gli ingredienti per realizzarla: 1kg di carciofi puliti, 400 gr di tonno, 2 cucchiai di aceto bianco. Anche qui potete aumentare o diminuire le dosi a seconda delle vostre necessità.

Procedimento: prendete i carciofi, scartate le foglie più dure ed eliminate le spine. Cuoceteli poi a vapore, il tempo necessario sarà di 25 minuti nella pentola a pressione e 40 minuti in una pentola normale. Una volta che i carciofi saranno cotti al punto giusto, scolateli per bene al fine di eliminare tutti i residui di liquido e poi tagliateli in 4 e passateli al passaverdure (non al frullatore). Passate ora al tonno, frullatelo fino a farlo diventare un impasto omogeneo, poi aggiungete la crema di carciofi e l’aceto e mescolate per qualche secondo per amalgamare il tutto. A questo punto la vostra crema è pronta. Aggiustate, qualora fosse necessario, di sale e se preferite aggiungete un pizzico di pepe, poi trasferite la crema nei barattoli. Chiudete ermeticamente e sterilizzate. Togliete i barattoli dalla sterilizza tura quando l’acqua sarà fredda, asciugateli e conservateli in luogo buio e asciutto. Aspettate almeno un mese prima di consumare.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here