Naval War: Arctic Circle

 Paradox Interactive è una software house svedese famosa s per i suoi wargame e giochi strategici, una di quelle case produttrici che come From Software di Dark Souls preferiscono seguire un idea piuttosto che il mercato e la fruibilità. Questa corsa alla semplificazione dei giochi porta sicuramente una massa maggiore di videogiocatori ad acquistare il titolo ma ad un peggioramento della qualità del game sotto il profilo tecnico.

Naval War Artic Circle è un gioco simulativo nudo e crudo senza compromessi in cui avremo la possibilità di dirigere decine di mezzi di mare (navi e sottomarini) e di aria diversi e di pianificare attacchi con estrema cura. Fa da sfondo alle battaglie che si svolgeranno nel circolo polare artico (da cui il nome) la guerra fra la Russia e la NATO, diverse saranno le battaglie che affronteremo e che in un escalation di difficoltà ci porteranno nei mari  della costa inglese e norvegese fino a quelli dell’Islanda e della Russia del nord.

Le missioni si svolgono sulla mappa tattica, che in modo essenziale rappresenta l’ambiente geografico di gioco, indica le nostre unità e segnala quelle neutrali o ostili. Avremo sempre sott’occhio il controllo di parametri come la velocità e il carburante delle nostre unità, il numero di munizioni o il tipo di approccio da usare in caso di ingaggio nemico. Otre alla già citata mappa tattica potremo disporre di un 3D view che ci permetterà di monitorare le imprese delle nostre unità.

Il gioco non è per nulla semplice da affrontare le prime volte poiché ci metterà davanti a decine di parametri da monitorare costantemente, passeranno diversi minuti in cui non faremo nulla seguiti da una manciata di secondi in cui se non sceglieremo la cosa giusta da fare coleremo a picco con tutta la nostra flotta. Fortunatamente il gioco propone alcuni semplici ma efficaci tutorial per aiutare ad entrare meglio nelle meccaniche del gameplay.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *