Imu 2012 immobili ad uso produttivo

Tra poche settimane scatta l’appuntamento con una nuova tassa, l’Imu che graverà sia sulle famiglie proprietarie di case, sia sulle imprese spesso allo stremo a causa di una lunga crisi finanziaria ed economica. In base ad un’elaborazione effettuata dalla Cgia di Mestre, saranno proprio le imprese quelle che pagheranno in media di più, a partire dalle aziende manifatturiere che dovranno sborsare in media ben 3.889 euro l’anno. 2.378 euro è la media di Imu che dovranno a breve pagare i proprietari dei magazzini, mentre per i titolari di botteghe e di uffici il salasso medio si aggira sui 727 euro.

Meno aspra, ma pur sempre rilevante, è invece la tassazione media a carico dei proprietari di immobili ad uso abitativo. Nel dettaglio, l’Associazione degli artigiani mestrina, in base alle simulazioni che sono state effettuate dal proprio Ufficio Studi, ha rilevato una media di 203 euro di Imu annua da pagare per chi è proprietario della prima casa, ed una media di 663 euro annui per chi, proprietario di immobili ad uso abitativo, possiede le seconde e/o le terze case.

In ogni caso, vista la congiuntura che continua ad essere sfavorevole, l’Imu non potrà non avere effetti depressivi sui consumi delle famiglie e sugli investimenti delle imprese. Questo anche in ragione dell’aumento dei prezzi al dettaglio e dei costi di produzione anche a causa, soprattutto, della persistente ascesa dei costi per i prodotti energetici. Questo per dire che, andando avanti a colpi di tasse, l’Italia difficilmente in tempi brevi potrà far segnare una crescita robusta del prodotto interno lordo nazionale.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here