Mercato auto in calo in Europa: -7% a marzo

Il calo delle vendite di nuove auto in Europa non accenna a placarsi e dopo che nel mese di febbraio è stato registrato un calo del 9,2%, nel mese scorso è stata registrata una flessione del 7% nel Vecchio Continente. Si tratta quindi di un numero di immatricolazioni pari a 1.453.407 unità, in calo rispetto allo stesso mese dell’anno scorso.

Il calo di vendite registrato durante il mese di marzo è in linea con quello registrato dall’Acea, l’associazione delle case costruttrici operanti in Europa, la quale sostiene che nei mesi di gennaio e febbraio si è avuto un calo del 7,7% per un totale di 3.312.657 nuove auto vendute.

Il calo del 7% è un valore medio che tiene conto di alcuni mercati che sono riusciti ad avere anche un segno positivo come la Germania (+1,3%) e l’Inghilterra (+0,9%). Per queste due nazioni si registra una crescita rispetto allo scorso anno pari rispettivamente all’1,8 e al 3,4%.

Ma in generale nel Vecchio Continente si registra un crollo notevole: in Italia è stata registrata una flessione del 26,7%, poco meglio ha fatto la Francia che totalizza un calo del 23,3% delle immatricolazioni. Leggermente meglio va la Spagna che ha perso “solo” il 4,3% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Il crollo del gruppo Fiat è davvero incredibile: l’Alfa Romeo fa segnare una flessione del 37,6% rispetto a marzo dell’anno scorso. Il marchio Fiat totalizza un calo del 27,3% per un totale di 57.514 auto vendute.

Anche il marchio Lancia chiude con una flessione del 13,3%, ma quest’ultimo è il marchio che ha avuto meno perdite in questo 2012 tra i tre costruttori.

Infatti, grazie alle 26.920 auto immatricolate totalizza un calo complessivo pari a -1,6%, contro il -22,1% della Fiat e il -32,1% dell’Alfa Romeo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here