Alfred Hitchcock biopic, la trasformazione di Anthony Hopkins

Da pochi giorni sono iniziate le riprese di ‘Hitchcock’, il biopic sul regista inglese diretto da Sacha Gervasi e tratto dal best seller di Stephen Rebello Alfred Hitchcock and the Making of Psycho. Nei panni nel geniale ed innovativo autore di capolavori indiscussi della storia del cinema come Gli uccelli, La finestra sul cortile, e La donna che visse due volte, c’è Anthony Hopkins.

Entrambi britannici e fregiati del titolo di Baronetti di Sua Maestà, c’è anche la somiglianza fisica ad accomunare Hitchcock al suo alterego di celluloide. E’ stata rilasciata oggi la prima immagine ufficiale che ritrae il Hopkins nella posa storica del regista inglese. Quell’inconfondibile profilo che ha reso Hitchcock una leggenda, come se i suoi film da soli non bastassero.

Grazie ad un abile e sapiente make-up, il camaleontico Anthony Hopkins si è letteralmente trasformato in un’altra persona. Guardando la foto rilasciata dalla Fox Searchlight Pictures, e confrontandola con l’originale, è davvero difficile notare una minima differenza. C’è solo una parola per descrivere questa somiglianza: impressionante. Come già scritto in precedenza, ‘Hitchcock’ racconterà di quando, giunto all’apice della sua brillante carriera, il regista inglese sorprese pubblico e critica decidendo di allontanarsi dai suoi consueti film a suspense per realizzare – contro il parere delle major – un film più vicino al genere horror, a cui si deve senza alcun dubbio il filone degli assassini psicopatici. Girato con un budget esiguo e in bianco e nero, ‘Psycho’ rappresenta un’opera estremamente complessa e innovativa in cui il regista dà ampio sfogo a tutte le sue ossessioni sul sesso, la violenza e le inibizioni prodotte dalla morbosità di certi rapporti familiari. L’elemento più originale e discostante rispetto al cinema classico è la decisione che solo Hitchcock poteva prendere di uccidere la protagonista a metà del film, in quella scena della doccia che è, senza il forse, la più famosa e parodiata del cinema. Quarantacinque secondi di durata, trentacinque inquadrature, alcune brevissime, e sette giorni per realizzarla, ma ancora oggi capace a sprigionare tensione e paura.

Il complicato making-of di ‘Psycho’ verrà però intrecciato anche con aspetti più personali della vita del regista, in particolare il suo rapporto con la moglie Alma Reville (Helen Mirren), con i suoi collaboratori e con gli attori protagonisti del suo film interpretati da Scarlett Johansson (Janet Leigh), James D’Arcy (Anthony Perkins) e Jessica Biel (Vera Miles che in Psyco era Lila Crane, la sorella di Marion). Nel cast ci saranno anche Tony Colette nel ruolo dell’assistente di Hitchcock, Danny Huston, che sarà l’amico di lunga data del regista nonché sceneggiatore di ‘Paura in palcoscenico’; Michael Stuhlbarg e Michael Wincott rispettivamente nei ruoli dell’agente di Hitchcock e di Ed Gein, il serial killer che ha ispirato non solo Psycho,ma anche Non aprite quella porta, Il silenzio degli innocenti e Deranged.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *