Bee Gees: Robin in coma, e il fratello Barry canta per lui

E’ un periodo difficile per il mondo musicale, perchè dopo la scomparsa di Whitney Houston, anche Robin dei Bee Gees rischia la vita.

Il cantante Robin Gibb è malato da molto tempo di cancro, ma a complicare le sue condizioni è stata una polmonite. La convivenza con questa malattia è stata sempre molto difficile, ma nonostante ciò Rob ha sempre cercato di superare questi momenti: proprio un anno è mezzo fa il cantante è stato operato, quando gli era stato diagnosticato un tumore al fegato e al colon. Da poco anche se con non pochi problemi di salute, aveva cominciato a lavorare alla sua prima opera classica “The Titanic Requiem”, un lavoro musicale che i 100 anni dal naufragio del Titanic e la malattia gli ha impedito proprio di prendere parte alla premier del suo lavoro, avvenuta la settimana scorsa.

Sono sei giorni che il cantante è ricoverato in un ospedale di Londra, accanto a lui moglie e figli e l’arrivo dall’America di Barry con la sua famiglia. Barry ha cantato e suonato insieme ai figli di Rob e insieme a suo figlio Stephen: un gesto bellissimo non solo per stargli accanto, ma anche per richiamarlo alla vita e alla musica che ancora lo attende. A ciò si aggiungono anche le preghiere di familiari e fans, che attendono il risveglio di un’artista che insieme ai fratelli ha fatto la storia della musica.

I Bee Gees nacquero dalla passione per la musica dei tre fratelli Gibb: Barry, Robin e Maurice, scomparso nel 2003, intrapresero il loro viaggio nel mondo della musica nel 1960. Da lì ne sarebbe nato un successo mondiale.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here