Primo Maggio 2012: negozi aperti, proteste e polemiche

Domani, martedì 1 maggio del 2012, è la Festa dei Lavoratori, ma sul territorio nazionale non tutti i dipendenti faranno festa. La Filcams Cgil, infatti, ha reso noto che in molte città italiane ci saranno negozi che resteranno aperti anche per l’1 maggio del 2012. Ma nello stesso tempo, per protesta, è stata organizzata un’astensione dal lavoro da parte delle organizzazioni sul territorio in molte grandi città italiane. Insomma, c’è polemica e monta alta la protesta sulle aperture domenicali e nei festivi dei negozi dopo la liberalizzazione degli orari. Le organizzazioni territoriali, tra l’altro, nell’organizzare la protesta che prevede l’astensione dal lavoro da parte delle lavoratrici e dei lavoratori del settore del commercio, in molte città italiane hanno lanciato un appello anche i commercianti affinché desistano dall’aprire i negozi.

Intanto, in accordo con quanto riportato dal sito Internet della Cgil, le Federazioni Sindacali Mondiali e la Confederazione Internazionale dei Sindacati in vista della Festa dei Lavoratori dell’1 Maggio del 2012 hanno diramato un comunicato congiunto che non può non soffermarsi sulla crisi mondiale, ma anche sulle possibili soluzioni per uscirne.

Al riguardo le Federazioni Sindacali Mondiali e la Confederazione Internazionale dei Sindacati caldeggiano, tra l’altro, una regolamentazione dei mercati finanziari a livello globale unitamente all’introduzione della Tobin tax, ovverosia la tassazione sulle transazioni finanziarie. E per quel che riguarda l’occupazione  le Federazioni Sindacali Mondiali e la Confederazione Internazionale dei Sindacati chiedono misure incisive per creare nuovi posti di lavoro, ma anche più attenzione alla formazione, alla ricerca ed alla lotta alla povertà ed alle ineguaglianze.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here