Il Bayern se la gioca in casa, le statistiche sono dalla parte dei tedeschi

Se stavate aspettando una finale tra Barcellona e Real Madrid, probabilmente siete rimasti delusi, ma lo spettacolo che due squadre come Chelsea e Bayern Monaco possono offrirci, probabilmente non ci lascerà con l’amaro in bocca. Due squadre cui i campionissimi non mancano, da Robben a Ribery, passando per Didier Drogba, avremo l’opportunità questa sera di gustarci un incontro aperto e che annuncia spettacolo.

Probabilmente tutta Italia simpatizzerà per il Chelsea di Di Matteo, ma le statistiche sembrano favorire il Bayern. L’effetto “home” d’altra parte ha sempre (o quasi) portato bene alla squadra in finale. Si tratta della quarta volta in 57 edizioni che una delle due finaliste ha l’opportunità di giocare di fronte al proprio pubblico. La prima volta fu in occasione della finale tra Real Madrid e Fiorentina della stagione 1956-57 al Bernabeu, dove le merengues si imposero sulla squadra italiana e vinsero l’allora Coppa dei Campioni per la seconda volta consecutiva.

La seconda occasione ci fu “solo” otto anni dopo, e in questo caso la squadra italiana era l’Inter, che a San Siro trionfò contro il Benfica, grazie alla realizzazione di Jair. L’ultima volta di una finalista in casa, è stata in occasione dello sfortunato Roma Liverpool, dove i giallorossi subirono la sconfitta in casa ai calci di rigore.

Le statistiche, insomma, parlano chiaro: 2 volte su 3 chi ha avuto l’opportunità di giocarsela in casa ha saputo cogliere l’occasione al volo. Ci riusciranno anche i tedeschi del Bayern Monaco? Non ci rimane che sintonizzarci sulla storica finale all’Allianz Arena, o meglio Fussball Arena, visto l’impedimento della UEFA di utilizzare il nome di una società che non sponsorizza l’evento, e goderci la partita!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here