Mercato Inter, bisogna ridurre il monte ingaggi, a rischio Snejider e Pazzini ?

In casa Inter ci si sta preparando alla prossima stagione con tutte la voglia di ritornare a competere ad alti livelli con le altre concorrenti sia italiane che europee.

Dopo aver confermato il giovane talentuoso tecnico Stramaccioni, la dirigenza interista è passata a pensare al mercato dei calciatori sia in entrata che in uscita. Quello che però preoccupa il Presidente Moratti è il monte ingaggi della rosa nerazzurra, che è altissimo e pesa parecchio sull’economia della squadra.

Pertanto, prima di poter pensare di agire sul mercato in entrata, risulta necessario un taglio consistente al tetto degli ingaggi e questo potrebbe portare ad una piccola rivoluzione nella formazione.

Uno dei primi candidati ad essere tagliato è l’olandese Wes Sneijder che con i suoi sei milioni di euro netti a stagione, fino al 2015, incide in maniera importante nell’economia interista.

Il trequartista e regista della squadra ha tante offerte ed è facile prevedere che possa essere sacrificato. Su di lui, molte squadre dall’Inghilterra. Tuttavia, la sua cessione non è attualmente sicura perchè potrebbe essere il primo perno del nuovo ciclo interista di Stramaccioni. Staremo a vedere.

Si potrebbero risparmiare, invece, ben 8,5 milioni cedendo sia Maicon che Julio Cesar. La cessione del portiere brasiliano, peraltro, aprirebbe le porte all’arrivo di Viviano, che da sempre attende questo momento il quale però viene ogni anno rinviato. Che sia la volta buona ?

Gli addii più sicuri sono quelli di Chivu, Forlan e Lucio, anch’essi con un ingaggio importante, intorno ai 3,5 milioni di euro.

Inoltre anche il bomber Pazzini, che guadagna 2,5 milioni, potrebbe essere a rischio cessione qualora dovessero giungere offerte importanti, anche perchè la conferma di Diego Milito potrebbe anche l’anno prossimo costargli il posto da titolare in attacco.