Datemi i pedali e salverò il mondo

Napoli, chissà cosa penserebbe il grande “Archimede” vedendo coniato e trasformato il suo celebre claim “datemi una leva e solleverò il mondo“. Io credo che diventerebbe alquanto nervoso così come lo sono ormai i motociclisti e le concessionarie di moto. I primi alle prese con prezzi di benzina e assicurazioni che lievitano sempre di più , i secondi ne pagano le dirette conseguenze vedendo scendere, le quote di mercato, ai minimi che a memoria d’uomo si ricorda.

Napoli, poi, risulta essere una città molto colpita da questa problematica visto che i poveri cittadini, che utilizzano un motoveicolo, scontano tabelle assicurative più alte d’Italia.

Qualcosa abbisognava pure fare e così la storica concessionaria Cuomoto, con sede a Napoli, ha iniziato, da qualche mese, la vendita di una stilosa ed interessante bici con pedalata assistita.

L’occasione è ghiotta, il buon sindaco di Napoli, Lugi De Magistris, oltre a dotare alcune unita’ di polizia municipale di bici elettrica, ha quasi realizzato la pista ciclabile che unirà Bagnoli con il lungomare che tutti ci invidiano, quello di Mergellina.

Allora perché non approfittare della disponibilità della concessionaria Cuomoto di Napoli che ci offerto in prova una delle “Vyrus Cuomoto” che normalmente si trovano nei suoi store, per una pedalata”assistita” tra le strade di Napoli.

La tecnica
La Vyrus è una bicicletta elettrica “da passeggio”. Il telaio e i cerchi sono in alluminio (pesa 27 kg), mentre il cambio è uno Shimano a 3 velocità. Il motore è un’unità da 250 W capace di toccare la velocità massima di 25 km/h: per legge il motore elettrico può assistere la pedalata fino ai 25 km/h, oltre quella velocità il motore non lavora. La batteria al litio consente un’autonomia di 60 km e si ricarica in circa 5 ore grazie a una comune presa domestica. Sul manubrio c’è un piccolo display multifunzione con indicatori a led che permette di tenere sotto controllo le funzioni vitali della batteria. Davanti è presente un piccolo freno a disco e il sellino ammortizzato è realizzato in ecopelle. La Vyrus è disponibile in tre colori, giallo nero e azzurro.

Su strada
Piacevole e semplicissima da subito, la sensazione e’ di averla avuta sempre nel garage oppure nell’appartamento, quando la strada sale basta farsi aiutare dal piccolo ma utilissimo motore elettrico e, anche la pendenza più impervia viene superata piacevolmente.
Oltre allo sfondo, l’incantevole lungomare di Napoli, e’ curioso vedere come tante persone si sono fermate per chiedere info sul tipo di bici e, soprattutto, i loro sguardi si soffermavano sulla linea che e’ un misto tra il retro’ e l’avveneristico.
Sempre parlando di curiosità e colore partenopeo, sono stati in tanti a domandare se, anche sulla Vyrus Cuomoto, si dovesse pagare l’assicurazione; alla mia risposta negativa a tanti e’ spuntato un meraviglioso sorriso.

Qualche conclusione
Pedalo piacevolmente sotto lo sguardo stupito dei passanti, non inquino, non sudo, non sono costretto ad estenuanti file al self service dei distributori di carburante ad elemosinare lo sconto di turno, non devo pagare bolli e assicurazioni carissime, forse Archimede non si dispiacerebbe se, grazie alla Vyrus Cuomoto, in qualche maniera possiamo iniziare a salvare la nostra amata terra, ma anche le nostre finanze e il lavoro delle concessionarie.

Ritorno serio, il futuro e’ sicuramente “elettrico” ci stiamo avvicinando anche se non velocemente come ci fanno pensare, forse il dio nero e politiche più grandi di noi, impongono strategie che distruggono il pianeta e gli abitanti. Qualcosa possiamo tutti iniziare a fare, ad esempio chiamare la concessionaria Cuomoto di Napoli (cuomoto.it) e prenotare la prova della Vyrus la bici a pedalata assistita, e’ un piccolo passo ma dobbiamo pur fare qualcosa se vogliamo salvaguardarci e salvare il pianeta.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here