Beppe Grillo: “Altro che redditometro, sia lo Stato a mostrarci come spende i nostri soldi”

Arriva anche l’opinione di Beppe Grillo sull’argomento più discusso in queste settimane tra gli italiani: il redditometro.

Così come è stato concepito, è probabile che pochi grossi evasori cadranno nella rete dall’Agenzia delle Entrate, viste le varie opzioni ammesse per “scamparsela“: ad esempio intestare le proprietà ad una Società, oppure acquistare oggetti di pregio con scritture private e senza registrarle. Mentre magari una giovane coppia che ha dato un anticipo per una casa, grazie all’aiuto dei genitori, dovrà perdere tempo a dimostrare che i soldi vengono dai parenti (l’onere della prova è passato a carico del cittadino, un obbrobrio per la democrazia!), dopo essersi presa una bella accusa di evasione!

Allora il leader del Movimento 5 Stelle si è lasciato andare ad una considerazione: visto lo stato nel quale sono ridotti i cittadini, prima di venire a chiederci come spendiamo ogni euro, dovrebbero essere loro (Stato ed apparati) a mostrarci come spendono ogni singolo centesimo che arriva dalle tasse infami che ci propinano.

Sarà un comico populista, come scrivono alcuni, ma secondo me il suo ragionamento non fa una piega, perchè il redditometro non rappresenta altro che l’ennesima dimostrazione di come si rapportino in maniera forte con i deboli, ed in maniera debole con i forti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *