Giallo a Palermo, muore bambina di tre mesi: segni di soffocamento

Una bambina di tre mesi è giunta morta questa mattina all’ospedale ‘Buccheri La Ferla’ di Palermo: giallo sulle cause che hanno provocato il decesso della piccola. Sono stati i genitori a trasportarla all’ospedale quanto ormai era già morta: la bambina sarebbe stata trovata priva di sensi nel suo lettino nell’abitazione della famiglia che sorge nel quartiere dello Sperone, in vicolo Coglitore, nei pressi di via Messina Marine.

La prima ipotesi formulata dai medici è quella della morte per soffocamento, come lascerebbero presupporre i segni rinvenuti sul corpo: i primi rilievi compiuti dal medico legale avevano fatto pensare a una ‘morte in culla’.

Anche il gemello della piccola vittima è stato ricoverato in via precauzionale all’ospedale pediatrico ‘Di Cristina’, dove è arrivato in preda a una tosse convulsiva: a portarlo nel nosocomio è stata una pattuglia della polizia. In un primo momento si è temuto il peggio anche per lui, ma per fortuna agli accertamenti a cui è stato sottoposto non hanno evidenziato alcun problema di salute. Sarà ora l’inchiesta aperta dalla Procura di Palermo a dover far luce sull’intera vicenda: gli agenti hanno acquisito i documenti sanitari in ospedale e avrebbero sequestrato anche le cartelle di un precedente ricovero avvenuto all’ospedale Civico. All’interno del nosocomio si sono vissuti momenti di tensioni tra la famiglia della bambina morta e il personale sanitario.

Un po’ di chiarezza sull’accaduto potrebbe avvenire dalle dichiarazioni rilasciate dalla famiglia alle forze dell’ordine: la polizia sta, infatti, ascoltando i genitori e la nonna dei due gemelli per ricostruire i dettagli della tragedia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *