Conclave, fumata bianca: c’è il nuovo Papa

C’è l’attesa fumata bianca: poco dopo le 19 dal comignolo è uscito l’atteso fumo bianco che annuncia al mondo l’elezione del nuovo Papa. La piazza ha accolto con un boato la notizia arrivata dal Conclave: dopo le due fumate nere, al quinto scrutinio è stato raggiunto l’accordo sul successore di Benedetto XVI. Ora bisognerà attendere ancora qualche minuto prima di conoscere il nome del nuovo Pontefice che si affaccerà dal balcone in Piazza San Pietro: nell’attesa i fedeli presenti davanti al Vaticano urlano ‘Viva il Papa’.

È l’argentino Jorge Mario Bergoglio, 76 anni, il nuovo Pontefice: l’annuncio è stato dato pronunciando la formula di rito dal cardinale protodiacono, il francese Jean-Louis Pierre Tauran. Vescovo di Buenos Aires, Bergoglio ha scelto il nome di Francesco.

Queste le sue prime parole da Papa: “Fratelli e sorelle, buonasera. Voi sapete che il dovere del Conclave era di dare un vescovo a Roma, sembra che i miei fratelli cardinali siano andati a prenderlo quasi alla fine del mondo, ma siamo qui. Vi ringrazio per l’accoglienza”. Papa Francesco ha poi voluto rivolgere un saluto al suo predecessore: “Prima di tutto vorrei fare una preghiera per il nostro vescovo emerito Benedetto XVI, preghiamo tutti insieme per lui, perchè il Signore lo benedica e la Madonna lo custodisca”.

Accolto dall’entusiasmo della folla, il nuovo Pontefice ha chiesto di pregare per lui prima di dare la benedizione: “Vorrei dare la benedizione, ma prima vi chiedo un favore, vi chiedo che voi preghiate il Signore per me, chiediate al Signore che benedica il suo vescovo, facciamo in silenzio questa preghiera di voi su di me”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *