Ennesimo record per Game of Thrones: 1 milione di download in 36 ore

E’ andata in onda in contemporanea mondiale domenica sera e appena qualche ora più tardi, la prima puntata della terza stagione di Game of Thrones, è risultata essere il file più scaricato nella rete. Un milione circa di download in appena poche ora dopo la messa in onda. Un record al debutto del terzo capitolo registrato non soltanto sul web ma anche in tv. La messa in onda sulla HBO (che ricordiamo essere già network di successo con “Sex and the City” e i “Soprano”) ha regitrato un primato televisivo negli Usa nell’ambito dei serials, oltre 4 milioni di spettatori.

Il numero di download conteggiato domenica sera, è stato segnalato dal sito TorrentFreak.com, il quale parla di almeno 1 milione di bittorrent in un giorno e mezzo; numeri che si avvicinano all’altro record di GOT, ovvero quello di essere, al momento, la serie più scaricata del web con una media di 4,3 milioni di download per le puntate messe in onda l’anno scorso. Secondo il sito TheWrap, sono stati Gran Bretagna e Australia i due paesi nei quali il seria è stato scaricato di più.

Un record ambiguo potremmo definirlo, se lo analizziamo vestendo i panni dei produttori e dei responsabili programmazione HBO. Da un lato, infatti, le connessioni ai vari torrent confermano l’incredibile successo della serie e l’affezione a trama e persoggi che la rende la più attesa di sempre, dall’altro, gli ovvi problemi di marketing, con la comprensibile preoccupazione di veder limitate le vendite di dvd o spazi pubblicitari sul canale, in quanto,  i fan aspettano di guardare la puntata comodamente sul proprio pc. A quanto pare, stando alle dichiarazioni del direttore della programmazione di HBO, Michael Lombardo, il successo via web della serie non lede il lancio dei dvd ma, anzi,  è un ulteriore segno del successo, semmai ci fosse ancora il bisogno di sapere che per qualità narrativa e filmica, Game of Thrones ha conquistato una platea sconfinata, oltre i ben noti nerd e appassionati di fantasy.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *