Palermo ko, per la Juventus è festa Scudetto

È qui la festa: anche la matematica dà ragione alla Juventus che può così celebrare la vittoria dello Scudetto. Per i bianconeri è il 29esimo titolo ‘ufficiale’, il 31esimo per chi conta anche quelli cancellati da Calciopoli. Questo però è un titolo che non può alimentare ombre: la formazione di Conte è stata senza alcun dubbio la migliore della Serie A, un dominio incontrastato quello della Juventus che ha proseguito il lavoro cominciato lo scorso anno.

Contro il Palermo per i bianconeri bastava un pareggio per poter dare il via alla festa scudetto: i rosanero nel primo tempo sono riusciti a tenere a bada i padroni di casa, lottando su ogni pallone con una furia dettata dalla necessità di conquistare punti fondamentali per conservare la serie A. Nella ripresa, Miccoli fa tremare lo ‘Juventus Stadium’ colpendo il palo, poi Vidal fa partire la festa trasformando un rigore (generoso).

Lo Scudetto in realtà la Juventus lo ha conquistato ben prima di oggi, con una cavalcata trionfale iniziata il 25 agosto con il successo sul Parma: da allora tutte le rivali si sono via via staccate, l’ultima il Napoli che ha provato a intavolare un testa a testa prima di alzare bandiera bianca e riconoscere la supremazia dei bianconeri. Nel corso dell’anno, infatti, la formazione di Conte ha vissuto un solo momento di difficoltà, subito dopo la pausa natalizia, con quattro punti conquistati in quattro partite che hanno permesso proprio agli azzurri di avvicinarsi.

Superato il periodo di calo però, la Juventus ha premuto il piede sull’acceleratore e ha staccato anche i partenopei, fino ad arrivare alla decisiva sfida di oggi: anche il Palermo si inchina alla superiorità bianconera e allo ‘Juventus Stadium’ è il momento della festa Scudetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *