Morgan a X Factor per trovare la nuova Bjork

A gennaio aveva spiazzato tutti dicendo basta a X Factor, poi c’è stato il ricovero in clinica per abuso di farmaci. Ma ora Morgan è pronto a rimettersi in gioco, confermando la sua presenza alla settima edizione del talent show che ripartirà a settembre su Sky Uno HD “perché lì si può fare musica nel vero senso della parola”.

Le recenti tribolazioni personali non hanno tolto a Marco Castoldi, questo il suo vero nome, l’entusiasmo, la voglia di sperimentare e di rompere gli schemi, di trasmettere ai futuri talenti di X Factor tutta la sua passione per la musica.

Nell’intervista, a cura di Francesco Castelnuovo, all’interno dello speciale “Morgan – riparto da qui”, in onda ieri sera (e stasera in replica alle 22.45 su Sky Uno), l’ex leader di Bluvertigo è un fiume in piena, un’esplosione di energia positiva quando parla della nuova sfida da affrontare. “Questa volta, i ragazzi non dovranno essere semplicemente dei talenti, ma degli artisti. Voglio unire alla conoscenza musicale anche una consapevolezza più ampia, perché sono persone a cui il pubblico si riferisce e devono mettere contenuti in ciò che fanno. In questo senso parlo di artist versus talent. […] Voglio farli esplodere nell’accezione positiva del termine, ovvero brillare, luccicare, splendere. Ai ragazzi chiediamo di diventare delle stelle e le stelle non sono altro che esplosioni”. Dopo aver portato alla vittoria e al successo, Chiara Galiazzo, Marco Mengoni, e Antonio Maggio, il cantautore milanese siederà per la sesta volta al tavolo della giuria del talent show con le idee già chiare su ciò che intende trovare: “una nuova Bjork che sia un misto di intelligenza, raffinatezza, armonie, ma anche molta arroganza”.

Assieme a Morgan e a Simona Ventura, per la prima volta ci sarà anche un giudice internazionale: Mika. “E’ una figura interessante a livello artistico”, e poi la sua presenza significa molto, “aprire le frontiere, essere un po’ meno chiusi, un po’ meno ‘italioti’, anche linguisticamente. Mika sarà una sorta di ponte. Faremo conoscere meglio a lui la musica italiana e prenderemo da lui la sua lingua, la sua formazione, le sue canzoni per fare in modo che questa presenza aliena sia assolutamente proficua”. Intanto ieri (e fino al 14 maggio) a Napoli, a Castel Sant’Elmo, hanno preso il via i provini per trovare i nuovi talenti di X Factor. La prossima tappa dei casting sarà Milano, il 25 e il 26 maggio a Piazza Gae Aulenti.