Nuove serie tv in arrivo: Sleepy Hollow e Michael J. Fox che racconta il Parkinson

In arrivo nella prossima stagione televisiva nuovi telefilm tratti da fantasy d’annata e vita reale.

I più importanti che vi segnaliamo sono la serie fantasy che andrà in onda sulla Fox ispirata al film di Tim Burton, Sleepy Hollow e la nuova sit-com di Michael J. Fox della Nbc che racconta in chiave semi comica la sua vita con il Parkinson.

Per la prima, parliamo di più di una rivisitazione seriale della nota pellicola dark di Burton. In questo telefilm troveremo, infatti, un mix di kitsch, americanate e rock. Un nuovo look per un film rimasto nell’immaginario dark di tutti e che all’epoca, consacrò Jonny Depp come attore feticcio del regista americano. La storia è praticamente la stessa, tranne solo per il periodo storico. Non saremmo più, infatti, in un lontano 1799 ma ci ritroveremo questa volta in un surreale futuro. Anche qui, il poliziotto di New York Ichabod Crane dovrà salvare l’umanità dall’ira del cavaliere senza testa, interpretato allora da uno splendido Christopher Walken.
Il nostro investigatore dovrà operare in una Sleepy Hollow ipermoderna, dove scetticismo e cinismo regnano sovrani. La Fox ha già lanciato il promo con immagini che richiamano ad un sovrannaturale action-thriller favolistico ed ironico.

Altro grande evento nel vasto panorama delle serie tv, è il ritorno di Michael J. Fox come protagonista di una sit-com ispirata alla sua vita in lotta contro il Parkinson. La serie tv andrà in onda il prossimo autunno sulla NBC, la tv che riuscita ad ottenere gli ambitissimi diritti di proiezione. La trama narra di un giornalista affetto dal morbo e, seppur il mestiere è diverso, la vita di Michael è presente in pieno.

Il noto protagonista della fortunata trilogia di “Ritorno al futuro”, scoprì di essere affetto dal male ad appena 29 anni. Da quel momento è cominciata la dura lotta della vita che ha compromesso in modo sostanziale la sua promettente carriera. Qualche film girato in seguito, sempre di corsa con il timore che il male potesse interrompere il lavoro, fino alla confessione pubblica. Per anni Michael J Fox è rimasto ai margini di Hollywood apparendo soltanto come guest star in qualche nota serie tv; poi la sconvolgente apparizione al Congresso degli Stati Uniti senza l’assunzione di farmaci. In quel momento, l’attore apparve dinanzi all’opinione pubblica completamente vulnerabile, preda dei terribili tremori e disagi che un male terribile come il Parkins comporta. Quel momento sancì il suo impegno pubblico per la promozione della ricerca sulla malattia e l’accettazione nel mondo del lavoro di persone affette dal male. Ora Michael, seppur raccontando il suo male, torna protagonista nella sua professione e anche nel modo migliore, con il suo grande talento e senso dell’umorismo che da sempre l’ha contraddistinto nella sua carriera.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=X7LfRNJloR0[/youtube]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *