Pizza a domicilio su Marte: stampata in 3D

Pizza stampata i 3D per gli astronauti che nel futuro navigheranno per la galassia e che avranno come sosta obbligata Marte. Sembra che si possa realizzare una pizza per gli astronauti che sentiranno la mancanza del cibo terreno, nel caso specifico se vuoi una pizza, “basterà” trasformare gli ingredienti in polvere, inserirli in una cartuccia e un pulsante play stamperà la tua pizza 3D. Succederà davvero?

A finanziare quest’operazione è Anan Contractor, un ingegnere meccanico della Systems and Materials Research Corporation di Austin – Texas – il quale con 125 mila dollari ha realizzato il prototipo che potrebbe permettere agli astronauti diretti su Marte di stamparsi il cibo in 3D. Lo strumento porta il nome di “sintetizzatore cibo”, uno sposalizio di termini, che cerca di spiegare in breve il fine ultimo di questa complessa e allo stesso tempo ingegnosa operazione.

Il funzionamento prevede la possibilità di miscelare gli ingredienti secondo le classiche ricette del cibo e ottenere così la tua pietanza in 3D; tutto è ancora teoria per la complessità della ricetta, nel frattempo a fornire prova di quanto l’ingegnere Contractor afferma, è arrivata la stampa in 3D del cioccolato.

L’idea nasce soprattutto dall’esigenza della NASA e dell’uomo di voler inoltrare missioni importanti verso il pianeta rosso ancora inesplorato, se non grazie ad alcune navicelle spaziali autoguidate o comandate direttamente dai dispositivi tecnologici della Terra. Se e quando le missioni per Marte avverranno è ancora un mistero, ma sicuramente ciò che desta preoccupazione e che rappresenta sicuramente un problema dal punto di vista logistico, è la nutrizione degli astronauti impegnati.
Le missioni potrebbero durare anni, questo rende necessaria la possibilità di creare una forma di dispensa liofilizzata in grado di sfornare i cibi terrestri anche se ci si trova ad anni luce di distanza.

La ricerca e la sperimentazione sono cominciate, vedremo quali saranno gli esiti e gli sviluppi del futuro sul campo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *