Coppa America: accolto il ricorso di Luna Rossa

E’ arrivato il previsto verdetto della corte internazionale sul “caso timoni” ed ha dato ragione a Luna Rossa, che quindi vince il ricorso presentato ai giudici di gara accusati di avere cambiato il regolamento nel corso della competizione.

Il team italiano aveva deciso di non scendere in acqua nella prima regata della Louis Vuitton Cup contro Emirates Team New Zealand proprio per protestare contro il cambiamento di parte dei regolamenti in corsa.

Il ricorso presentato da Luna Rossa sulle nuove regole di sicurezza imposte dal direttore di gara verteva sull’adozione di timoni più grandi e con alette regolabili, e sull’incremento di 100 chili per la barca, cioè gli accorgimenti che ha adottato Oracle.

Fra i 37 punti modificati ne è stato inserito uno che riguarda un dettaglio progettuale, gli impennaggi sui timoni regolabili, che Oracle ha sperimentato, ma che Emirates Team New Zealand e Luna Rossa non hanno progettato, perché contrari al regolamento di stazza. Questo “dettaglio” darebbe un vantaggio tecnico ad Oracle e, a detta del team di Luna Rossa, non avrebbe nulla a che vedere con la sicurezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *