Sampdoria-Genoa: la lanterna si tinge di rosso e blu

Lo spettacolo sugli spalti dello stadio Marassi non è stato eguagliato da quello in campo, nonostante il 3-0 con cui il Genoa si è aggiudicato il derby della Lanterna. Una partita molto fisica e tattica quella che hanno preparato i due allenatori, perfetto il modo in cui è stata vissuta dagli uomini di Liverani, da rivedere l’atteggiamento della squadra di Delio Rossi.

Il goal al 9′ di Antonini ha sconvolto la Sampdoria che si è trovata a rincorrere sin dalle battute iniziali del match, inutili sono state le falcate di Obiang e la incursioni di Gabbiadini. Liverani schiera Lodi a fare da schermo davanti alla difesa e lui lo ripaga con una prestazione eccelsa recuperando ogni pallone nella trequarti di campo genoana. Il primo tempo si chiude con il risultato di 1-0 per il Genoa con quest’ultima ben messa in campo e una Samp senza idee. La ripresa è soltanto una replica di quanto già visto in precedenza con una Sampdoria inconcludente e a tratti quasi svogliata, il Genoa allora la castiga ancora con Calaiò al 50′ e con una splendida punizione del solito Lodi al 60′.

Liverani, che nei giorni scorsi aveva ricevuto parole d’incoraggiamento dal suo presidente, nonostante i 7 goal subiti nelle prime due giornate ha comunque confermato Perin tra i pali e inserito Calaiò dal primo minuto, l’attaccante ha ringraziato con un goal e una prestazione di sacrificio per la squadra. Erano due anni che il Genoa non vinceva il derby

La brutta copia della Sampdoria vista nelle prime due giornate quella scesa in campo stasera. Nonostante il solo punto in campionato la Samp aveva sempre dato l’idea di una squadra solida e con delle idee tattiche in campo. Stasera invece tutto è andato storto. Non sembra comunque essere in bilico la panchina di Rossi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *